Italian Softball League: La Loggia accorcia, Forlì e Collecchio volano

avanzi.jpg

Bottino pieno per Rhibo La Loggia che approfitta del turno di riposo di Bollate per avvicinarsi alle milanesi, portando il proprio score a 11-3: i due successi del weekend arrivano nella sfida casalinga contro Rheavendors Caronno, che cede 6-0, 8-1. La maggior potenza in battuta, con Amanda Fama che realizza l’ottavo e il nono fuoricampo della stagione, spinge le torinesi nelle quali si distinguono anche Beatrice RIcchi e Lucia Carlucci.

Doppietta anche per una Stars Staranzano sempre più terza forza del gruppo A: Legnano s’arrende 4-1, 7-0. Il duello tra Veronica Comar e Alessia Buscaglia si risolve solamente nel finale del primo match in favore della friulana, mentre quattro tripli e un’eccellente Anisley Lopez valgono l’ampio margine della seconda sfida.
Nell’altra partita del girone, Banco di Sardegna Nuoro e Rovigo impattano sul 5-7, 3-2: Ambra Collina non basta a contenere le ottime giocate di Daria Boldrin e Giulia Salvan in gara uno, mentre Loredana Spada e la stessa Collina riescono ad orientare l’ultima gara in favore delle sarde.

Nel girone B, a fronte dei riposi di Specchiasol Bussolengo e Blue Girls Bologna sia Fiorini Forlì, sia Labadini Collecchio compiono il proprio dovere: il 5-0, 8-1 rifilato alla Taurus Parma permette alle romagnole di proseguire senza troppa fatica la marcia in vetta, anche perché Martina Laghi, Andrea Silvia Montanari, Carlotta Zauli e Ilaria Cacciamani fanno terra bruciata in attacco e impediscono qualunque controffensiva delle parmensi.
Al tempo stesso, Collecchio fa bottino pieno e aggancia Bussolengo in seconda posizione: al nitido 12-4 in soli sei inning rifilato alla Sestese in gara uno fa seguito un tiratissimo 2-1, durante il quale la giovane compagine toscana viene trascinata dalla prestazione quasi perfetta di Monica Perry, prima di essere condannata da un errore difensivo che spiana la strada a Meredith Owen. In precedenza, invece, erano state Marta Angelillo e Nicole Zerbini a distinguersi particolarmente tra le fila della Labadini.

foto: Marco Magosso/Oldmanagency per Fibs

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top