Hockey prato, Round 3 World League: il cuore azzurro non basta. Italia-Australia 0-2

10304441_10153922898236102_1956160055231558567_n.jpg

Una grande Italia si arrende per 2-0 all‘Australia nel quarto di finale del Round 3 di World League ad Anversa, in Belgio, senza avere recriminazioni. Prestazione spaziale da parte delle azzurre, vista la caratura dell’avversario (numero 2 al mondo e vice campione iridato in carica). Non basta alle ragazze di Fernando Ferrara gettare il cuore oltre l’ostacolo: la classe delle Kokoburras prevale e le azzurre proveranno a conquistare Rio 2016 attraverso il mini-torneo per il terzo posto. Prossima sfida dopodomani con l’India (che al 99% verrà sconfitta dall’Olanda).

Primo quarto molto equilibrato: l’Italia tiene bene il campo e il possesso della pallina. L’Australia ci prova un paio di volte, ma non si avvicina mai con impeto alla porta italiana. Nella ripresa però le Kokoburras cambiano passo: un paio di miracoli per Martina Chirico che chiude in tutti i modi la sua porta fino al 21′. Corner corto dubbio per l’Australia, assegnato grazie alla prova video, e Jodie Kenny ci punisce, nonostante Chirico e Socino provino ad evitare il gol. L’Italia non crolla con il gol subito e continua a chiudersi, terminando la prima metà di gara su un comunque ottimo 0-1. Nella ripresa l’Italia cambia passo, anche grazie alle parole di Ferrara: la pallina viaggia molto di più nella metà campo australiana e, prima Pacella, poi Ruggieri, vanno vicinissime al pari. Purtroppo però la sfortuna non è amica a Tiddi e compagne e, sul ribaltamento di fronte, arriva il corner corto che chiude la partita a favore delle oceaniche: perfetta la realizzazione di Anna Flanagan che chiude il match. L’Italia prova con tutte le sue forze a gettarsi all’attacco, ma la difesa australiana si chiude al meglio, riuscendo a ripartire benissimo in contropiede. Chirico però è super (e le australiane sbagliano l’impossibile) nel tenere le distanze cucite. L’Italia mette in campo tutta la grinta e va vicinissima al gol un paio di volte, conquistando nell’ultimo minuto due corner corti. Nulla da fare però, Australia in semifinale e Italia a giocarsi il quinto posto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: CC21

Lascia un commento

Top