Giro di Svizzera 2015: il percorso e le tappe

Fabian-Cancellara.jpg

Scatterà sabato la settantanovesima edizione del Giro di Svizzera con un cronoprologo di 5100 metri a Rotkreuz, sullo splendido lago di Zugo: già in questa giornata si assisterà a minimi distacchi cronometrici, destinati ad acuirsi a partire  dalla seconda frazione.

Infatti, con Rotkreuz ancora protagonista, domenica si affronteranno 160 km scalando due volte ciascuno l’Allenwinden e il Michaelkreuz, prima del traguardo finale dove arriverà probabilmente un gruppo molto selezionato. Ci si avvicina all’Italia nella terza frazione: da Quinto, in Alta Leventina, sino ad Olivone, in Val di Blenio, zona particolarmente tranquilla del Ticino. Il Gottardo in apertura è impegnativo ma non fa paura, mentre la Leontica, a 20 km dal traguardo di una giornata molto breve (117.3), potrebbe fungere da trampolino per qualcuno oppure decretare l’arrivo in volata.

Flims-Schwarzenbach, in programma il 16/06, offre un percorso vallonato, per certi versi simile ad una classica del Nord, che difficilmente porterà in dote uno sprint di gruppo; il giorno successivo ecco le grandi montagne con 237 km verso Sölden, la località sciistica austriaca ai piedi del Rettenbach che verrà anticipata dal Bielerhöhe per una giornata dedicata ai migliori grimpeur.

La Wil-Bienne (193 km), sesta tappa del 18 giugno, e la Bienne-Düdingen (164 km) del giorno successivo assomigliano molto al traguardo di Schwarzenbach: saliscendi continui eppure mai troppo impegnativi, percorsi ideali per le più disparate soluzioni tattiche. Molto nervosi anche i 152 km verso Berna della penultima giornata, mentre la capitale sarà protagonista anche domenica 21 giugno per il gran finale, ovvero la cronometro di 38 km che sancirà il vincitore del Giro di Svizzera 2015.

foto: Wikipedia

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top