Giochi Europei Baku 2015 | Lotta: Kayaalp imbattibile nella massima categoria, doppio oro russo

Lotta-greco-romana-Riza-Kayaalp.jpg

Nella giornata di oggi si è concluso il programma della lotta greco-romana ai Giochi Europei di Baku 2015, con la Russia che ha confermato il proprio ruolo di squadra dominante in questo stile. Domani toccherà invece alle atlete della lotta femminile fare il proprio esordio.

Nella categoria 66 kg, il giovane russo Artem Surkov, classe 1993, si è imposto in finale per 2-0 sull’armeno Migran Arutyunyan. Le medaglie di bronzo sono invece andate al padrone di casa Hasan Aliyev ed allo slovacco István Lévai, che aveva eliminato per 9-1 l’azzurro Davide Cascavilla. Quest’ultimo è stato comunque l’unico, fra gli italiani impegnati oggi, ad ottenere un successo, avendo battuto al primo turno  per 4-2 il lettone Kristaps Kalnakarklis.

Nella categoria 75 kg, il padrone di casa Elvin Mursaliyev, medagliato di bronzo mondiale ed europeo nella stagione passata, è salito sul gradino più alto del podio in seguito al suo successo per 5-1 sul serbo Viktor Nemeš. Proprio quest’ultimo aveva battuto per 8-0 l’azzurro Ciro Russo, sconfitto anche ai ripescaggi dallo svedese Christoffer Nilsson (5-0). Tra i favoriti della prova, il russo Chingiz Labazanov si è dovuto accontentare del bronzo assieme all’ucraino Dmytro Pyshkov.

Il russo Davit Chakvetadze, ventiduenne di origine georgiana, ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 85 kg al termine di una finale molto combattuta con l’ucraino Zhan Beleniuk, campione europeo in carica. Chakvetadze si è imposto per 3-2, mentre il terzo gradino del podio è stato occupato dal turco Metehan Başar e dal tedesco Ramsin Azizsir. Per l’Italia era presente Fabio Parisi, subito eliminato con il punteggio di 8-0 dal padrone di casa Saman Tahmasebi in appena 1’25”.

Il programma della greco-romana si è concluso con la categoria di peso più elevata, la 130 kg, che ha visto il successo del favoritissimo turco Rıza Kayaalp. Il venticinquenne, quattro volte campione continentale, ha superato per 3-1 l’idolo locale Sabahi Shariati, resistendo agli attacchi finali di quest’ultimo. Sul gradino più basso del podio sono saliti il bielorusso Ioseb Chugoshvili e l’estone Heiki Nabi.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top