Giochi Europei Baku 2015: le categorie del karate ai Raggi X

Karate-Luca-Maresca-FB.jpg

Il karate è uno degli sport non olimpici che avrà l’occasione di far parte del programma dei Giochi Europei di Baku 2015. Questa disciplina, che punta ad entrare a far parte del pianeta a cinque cerchi in occasione delle Olimpiadi di Tokyo 2020, assegnerà dodici titoli nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 giugno: nella prima giornata si svolgeranno i tornei delle categorie 50 kg, 55 kg e 61 kg femminili, 60 kg, 67 kg e 75 kg maschili; nella seconda si terranno le competizioni di kata maschile e femminile e delle categorie 68 kg e +68 kg femminili, 84 kg e +84 kg maschili.

UOMINI

KATA
Negli ultimi anni il dominatore a livello europeo è stato lo spagnolo Damián Hugo Quintero Capdevila, campione continentale nel 2013 e nel 2015, ma battuto dall’azzurro Mattia Busato l’anno scorso. L’azzurro, reduce dal bronzo di quest’anno ad Istanbul, avrà dunque una grande chance di medaglia, anche se battere l’iberico sarà davvero difficile.
Partecipanti: Damián Hugo Quintero Capdevila ESP, Mehmet Yakan TUR, Vu Duc Minh Dack FRA, Mattia Busato ITA, Tural Baljanli AZE, Christopher Rohde DEN, Pasi Hirvonen FIN, Adrian Guta ROU

60 KG
Fresco di titolo europeo, l’azzurro Luca Maresca sarà naturalmente uno dei favoriti della categoria. Il giovane francese Sofiane Agoudjil, sconfitto in finale ad Istanbul, cercherà senza dubbio la rivincita, e sarà ancora una volta uno dei principali avversari del napoletano. Presente anche il macedone Emil Pavlov, campione europeo nel 2014.
Partecipanti: Luca Maresca ITA, Sofiane Agoudjil FRA, Evegny Plakhutin RUS, Matias Gomez Garcia ESP, Marko Antic SRB, Emil Pavlov MKD, Firdovsi Farzaliyev AZE, Halil Marqueshi ALB

67 KG
Dopo la vittoria europea, l’azero Niyazi Aliyev vorrà certamente ripetersi di fronte al proprio pubblico. Attenzione però anche al plurimedagliato croato Danil Domdjoni, che vanta due titoli europei ed un titolo mondiale in bacheca, oltre a numerose medaglie tra le quali il bronzo di Istanbul 2015.
Partecipanti: Niyazi Aliyev AZE, Burak Uygur TUR, Danil Domdjoni CRO, Manuel Rasero Ruiz ESP, Yves Martial Tadissi HUN, Steven Da Costa FRA, Ricardo Giegler GER, Irakli Tkebuchava

75 KG
Il trentenne Rafael Aghayev è la stella assoluta del karate azero e grande favorito della categoria. Quattro volte campione mondiale e nove volte campione europeo, il padrone di casa dovrà però vedersela con diversi avversari, tra i quali l’azzurro Luigi Busà, che vanta a sua volta un palmarès non da poco con due ori iridati ed altrettanti europei.
Partecipanti: Rafael Aghayev AZE, Noah Bitsch GER, Luigi Busà ITA, Ruslans Sadikovs LAT, Erman Eltemur TUR, Logan Da Costa FRA, Illya Nikulin UKR, Panayotis Loizides CYP

84 KG
Il titolo europeo della categoria appartiene attualmente al ventinovenne siciliano Nello Maestri, che lo ha conquistato in Turchia andando a battere l’azero Aykhan Mamayev. Quest’ultimo vorrà certamente prendersi la sua rivincita a Baku, dove potrà sfruttare il fattore campo.
Partecipanti: Nello Maestri ITA, Aykhan Mamayev AZE, Kenji Grillon FRA, Ugur Aktas TUR, Alvin Karaqi KOS, Georgios Tzanos GRE, Yaroslav Horuna UKR, Kamil Warda POL

+84 KG
La massima categoria di peso ha sempre un certo fascino: reduce dalla vittoria europea, il serbo Slobodan Bitević sarà naturalmente tra gli atleti da seguire, ma occhio anche al ventottenne turco Enes Erkan, che nel 2014 riuscì a centrare l’accoppiata Europei-Mondiali.
Partecipanti: Slobodan Bitević SRB, Enes Erkan TUR, Martin Nestorovski MKD, Jonathan Horne GER, Filipe Reis POR, Spyridon Margaritopoulos GRE, Shahin Atamov AZE, Moreno Sheppard NED

DONNE

KATA
Anche al femminile il kata è un affare spagnolo: la campionessa europea e grande favorita per la gara di Baku è infatti Sandra Sánchez Jaime, che arriverà ai Giochi Europei reduce dalla vittoria nella Premier Lague di Rio de Janeiro. Difficile pensare che qualche avversaria possa soffiarle il successo.
Partecipanti: Sandra Sánchez Jaime ESP, Dilara Bozan TUR, Jasmin Bleul GER, Veronika Miskova CZE, Sandy Scordo FRA, Vlatka Kiuk CRO, Adila Gurbanov AZE, Karen Dolphin IRL

50 KG
A sorpresa, l’austriaca Bettina Plank ha conquistato il titolo europeo della categoria di peso più basso. Il blasone, però, assegna il ruolo di favorite alla francese Alexandra Recchia, oro continentale nel 2013 ed argento quest’anno, ed alla turca Serap Özçelik, tre volte campionessa europea (2011, 2012 e 2014).
Partecipanti: Bettina Plank AUT, Alexandra Recchia FRA, Duygu Bugur GER, Serap Özçelik TUR, Monika Berulec CRO, Kateryna Kryva UKR, Nurana Aliyeva AZE, Mariya Koulinkovitch BLR

55 KG
La francese Émilie Thouy ha conquistato il titolo ad Istanbul e si presenta dunque come campionessa europea in carica. Da notare che questa categoria potrebbe offrire solide possibilità di medaglia al Lussemburgo grazie a Jennifer Warling, bronzo continentale quest’anno ed argento un anno fa.
Partecipanti: Émilie Thouy FRA, Turba Yakan TUR, Jennifer Warling LUX, Cristina Ferrer Garcia, ESP, Branka Arandjelovic SRB, Jelena Kovacevic CRO, Ilaha Gasimova AZE, Bettina Alstadsaether NOR

61 KG
Oltre ad arrivare a Baku con l’oro continentale al collo, la francese Lucie Ignace è una delle karateka più rappresentative del settore femminile. La talentuosa ventiduenne, già campionessa iridata nel 2012, dovrà vedersela soprattutto con la croata Ana Lenard, battuta nella finale di Istanbul ma campionessa europea nel 2014.
Partecipanti: Lucie Ignace FRA, Ana Lenard CRO, Ingrida Suchankova SVK, Irene Colomar Costa ESP, Merve Coban TUR, Tjasa Ristic SLO, Farida Abiyeva AZE, Nele De Vos BEL

68 KG
Come la connazionale Plank, anche l’altra austriaca Alisa Buchinger ha vinto quest’anno un inatteso oro europeo. In attesa di rappresentanti azzurre nel settore femminile, gli appassionati italiani potranno appoggiare l’elvetica Elena Quirici, battuta proprio da Buchinger nella finale continentale. Attenzione anche alla forte turca Hafsa Şeyda Burucu, atleta che vanta già numerose medaglie nonostante sia classe 1991.
Partecipanti: Alisa Buchinger AUT, Elena Quirici SUI, Marian Rakovic MNE, Cristina Vizcaino Gonzalez ESP, Vassiliki Panetsidou GRE, Hafsa Seyda Burucu TUR, Irina Zaretska AZE, Telma Rut Frimannsdottir ISL

+68 KG
La croata Maša Martinović tenterà di confermarsi come numero uno dopo l’oro vinto agli Europei. Tra le atlete che tenteranno di renderle la vita difficile ci sarà la francese Nadège Ait-Ibrahim, karateka che vanta una grande quantità di medaglie, sbbene spesso le sia sfuggita quella del metallo più prezioso.
Partecipanti: Maša Martinović CRO, Meltem Hocaoglu TUR, Helena Kuusisto FIN, Nadège Ait-Ibrahim FRA, Ivanna Zaytseva RUS, Hana Antunovic SWE, Aytan Samadli AZE, Borislava Ganeva BUL

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Luca Maresca (pagina Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top