Giochi Europei Baku 2015, Elena Cecchini: “Un percorso esigente e nervoso”

cecchini.jpg

L’appuntamento con i Giochi Europei di Baku 2015 si avvicina a grandi passi e anche le atlete del ciclismo sono ormai focalizzate sull’Azerbaijan: nella gara in linea prevista per sabato 20 giugno l’Italia schiererà una formazione sulla carta davvero molto competitiva come solo l’Olanda, con un potenziale persino superiore, può fare in questi grandi eventi.

Dunque, le azzurre affronteranno la “piccola Olimpiade” continentale consapevoli delle proprie ottime carte: una di queste è senza dubbio Elena Cecchini, campionessa nazionale in carica. “Pur essendo alla prima edizione, si tratta di un evento molto importante per noi atleti e per il Coni. Credo che il clima presente attorno a questa rassegna ci avvicinerà allo spirito olimpico” racconta ad OA Sport.

Atleta capace di conquistare sei medaglie continentali ed iridate tra strada e pista U23/élite nel 2014, la ventitreenne di Mereto di Tomba parla di un percorso “che appare esigente e nervoso, pieno di tranelli ed occasioni per poter attaccare. Direi che si presta ottimamente alle fughe: da parte mia, sto bene e sono motivata a dare il 100%“.

Terza due giorni fa alla Durango-Durango nei Paesi Baschi, Elena Cecchini ha aggiunto questo piazzamento in una stagione nella quale è spesso tra le primissime anche nelle gare di Coppa del Mondo: “Ho sprecato alcune occasioni per inesperienza, ma credo di poter parlare di un 2015 ottimo sino ad ora. Mi ritengo in costante crescita, scoprendo le mie vere caratteristiche e di conseguenza i miei limiti in assoluta tranquillità, grazie allo splendido clima che si respira nella Lotto-Soudal“.

foto: pagina Facebook Julien De Bock

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

Lascia un commento

Top