Giochi Europei Baku 2015, beach volley. Italia per le medaglie tra gli uomini

ranghieri-14.6.2014.jpg

Fra le favorite in campo maschile e outsider in quello femminile: si presenta così la doppia coppia azzurra che sarà in campo da martedì nel torneo di beach volley dei Giochi Europei di Baku.

In campo maschile tutti e quattro gli atleti al via hanno conquistato almeno un podio internazionale in questa prima parte di stagione. Paolo e Matteo Ingrosso hanno vinto il primo Master dello European Tour a Jurmala e si sono resi protagonisti di un fantastico torneo nelle Major Series di Stavanger che si sono concluse domenica scorsa.Alex Ranghieri ha vinto il torneo del World Tour di Lucerna in coppia con Caminati ed ha conquistato un grande podio a Porec nella prima Major Series con Carambula ed Enrico Rossi ha conquistato il successo nella prima tappa del circuito Wevza con il compagno di sempre Marco Caminati. Insomma, due coppie solide che hanno ottime possibilità di arrivare fino in fondo di un torneo che, dopo quanto visto nello scorso week end in Norvegia, ha due favoriti nuovi di zecca, i polacchi Kosiak/Rudol, grandi protagonisti a livello giovanile e nel circuito europeo lo scorso anno ed esplosi a Stavanger dopo una prima parte della stagione non proprio esaltante. Attenzione anche ai turchi Giginoglu/Gogtepe che sono stabilmente nella top ten del World Tour e agli elvetici Beeler/Strasser. Possibili outsider i lettoni Plavins/Solovejs, gli israeliani Faiga/Hilman e i cechi Hadrava/Kubala.

In campo femminile ci sono molte meno speranze di medaglia per le coppie di casa nostra, anche se entrambi i connubi azzurri, al meglio, potrebbero giocare alla pari con qualsiasi avversario di un torneo il cui livello non è certo straordinario. Gioria/Momoli è una coppia che si è riformata dopo mille peripezie da un mese a questa parte e finora non è riuscita a decollare conquistando un solo successo nel World Tour e uno nel torneo Wevza di Barcellona. A Barcellona, invece, si sono ben comportate Giombini/Toti con una finale persa contro le olandesi Van Gestel/Van der Vlist che forse sono le favorite numero uno del torneo di Baku, assieme alle finlandesi Lahti/Lehtonen che, quando il palcoscenico è europeo, riescono sempre a dare il massimo. Le greche Arvaniti/Tsiartsiani, le padrone di casa azere naturalizzate Cunha/Ferreira, le altre finlandesi Nystrom/Nystrom, le olandesi Braakman/Sinnema, le russe Abalakina/Dabizha e le francesi Adelin/Longuet potrebbero essere le altre pretendenti al podio ma non sono escluse sorprese visto che i valori sono piuttosto livellati.

Lascia un commento

Top