Giochi Europei 2015, a Baku spazio anche al basket 3×3: Serbia e Russia favorite

72ae2e57278772549f7f609135b698dd.jpg

Dopo essere entrato nel programma delle Olimpiadi giovanili, il basket 3×3 rappresenterà la palla a spicchi anche nella prima edizione dei Giochi Europei di Baku 2015, la nuova rassegna olimpica dedicata al Vecchio Continente. Uno sport decisamente giovane, basti pensare che le prime competizioni risalgono soltanto al 1989: da quel momento, il numero di giocatori e degli eventi internazionali è cresciuto costantemente, fino ad assumere il rilievo attuale e a diventare lo sport di squadra urbano più famoso al mondo.

Format diverso, regole diverse. Lo street basket, pur essendo una costola del più famoso 5 vs 5, condivide ben poco con il suo genitore. In primis, la differenza più evidente è data dalla presenza di un solo canestro sul campo da gioco, la metà rispetto a quello del parente più famoso. Il sistema di punteggio, inoltre, prevede 1 punto per i canestri realizzati dentro l’area, mentre 2 per i canestri fuori dall’arco. La durata del match, dieci minuti, può essere relativa: nel caso in cui una delle squadre arrivi prima dello scadere del tempo a quota 21, infatti, la sfida termina immediatamente. Una situazione di parità porta ad un supplementare senza riferimenti cronometrici, in cui vince chi segna per primo due punti. Ogni terzetto ha a disposizione dodici secondi per tentare una conclusione e, al termine di ogni azione, la squadra in difesa precedentemente dovrà riportare il pallone (a proposito: più piccolo di quello usato nel basket tradizionale) dapprima fuori dall’arco.

Tornando alla corsa per le medaglie olimpiche europee, tra gli uomini la grande favorita non può che essere la Serbia, vice-campione del mondo in carica e quartetto davvero ricco di talento. Il sogno iridato di Domovic Bulut&co. si è infranto soltanto contro il Qatar, condizione che la rende dunque la squadra da battere. Il predominio dovrebbe essere tutto delle squadre dell’Est, con Russia e Lituania in seconda battuta, senza dimenticare una nazionale come la Romania. Ben poche le speranze dell’Italia, inserita nel girone proprio con la Serbia e, inoltre, con Estonia e Grecia: gli azzurri si presenteranno con Andrea Iannilli, Claudio Negri, Damiano Verri e Gionata Zampolli, ma le chance di qualificarsi agli ottavi di finale sono appese ad un filo.

Tra le donne, saranno principalmente in due le nazionali da tenere d’occhio: il Belgio di Sara Leemans e Hind Ben Abdelkader, le prime due del ranking mondiale, e la Russia vice-campionessa del mondo dietro agli Stati Uniti un anno fa. Nella griglia di partenza, dalla seconda fila proverà a risalire la china l’Olanda, così come la Repubblica Ceca. Non è presente l’Italia.

Le gare di basket 3×3 sono in programma dal 23 al 26 giugno.

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@oasport.it

Lascia un commento

Top