Ginnastica, confermata la squalifica alla Raducan. La “Campionessa Olimpica” non riavrà l’oro di Sidney

andreea-raducan.png

Andreea Raducan non riavrà l’oro vinto nel concorso generale individuale alle Olimpiadi di Sydney 2000. Questo è il responso finale del CIO che, dopo 15 anni e dopo un’infinità di appelli da parte dell’atleta, chiude ufficialmente uno dei contenziosi più lunghi della storia dello sport.

La rumena trionfò nella gara più importante nella rassegna a cinque cerchi ma, nei test antidoping immediatamente successivi, venne pescata con una positività al Nurofen. La “motivazione scusante” ufficiale fu parecchio discussa. La ginnasta, che doveva riportare in Patria il titolo all-around mai più vinto dopo Nadia Comaneci, era stata colpita da un mal di testa subito dopo il concorso a squadre (ovviamente vinto) e il medico della squadra le prescisse quel farmaco, ignorando (…) che fosse la versione contenente l’efedrina (sostanza proibita all’epoca) e non quella “antidoping”.

 

La medaglia d’oro venne così assegnata all’altra rumena Simona Amanar, la quale considerò sempre la Raducan come vera Campionessa Olimpica. L’allieva di Mariana Bitang non venne squalificata e infatti conquistò l’argento nella Finale di Specialità al volteggio prima di iniziare una lunga serie di ricorsi per riavere quella tanto agognata medaglia d’oro.

Nel palmares di Andreea Raducan, considerata tra le più belle ginnaste dell’intero circuito, rimangono comunque 8 medaglie mondiali (tra cui 3 ori nel 2001), 2 medaglie olimpiche, 2 europee (ma mai un oro) e 41 podi in Coppa del Mondo (21 successi).

 

Ve la propongo anche in uno scatto con Carlotta Ferlito e Sandra Izbasa.

Ferlito, Izbasa, Raducan

Tag

Lascia un commento

Top