F1, GP Austria 2015: Ferrari ad un bivio, Raikkonen si gioca il posto

Kimi-Raikkonen-Fonte-Ercole-Colombo-Ferrari.jpg

Il Mondiale di Formula Uno 2015 torna in Europa e nel prossimo weekend, la caccia alle due frecce d’argento ripartirà dall’Austria dove si correrà sul Red Bull Ring, a Spielberg bei Knittelfeld. Non si può certo dire che l’ultimo appuntamento, in Canada, sia stato un momento positivo nel cammino della Rossa di Maranello, la quale già a partire dal sabato con i problemi di Sebastian Vettel durante le qualifiche ufficiali, aveva mostrato alcune debolezze poi sfruttate durante il Gran Premio dagli avversari. Non salire sul terzo gradino del podio lasciando spazio alla Williams di Valtteri Bottas deve essere considerata una sconfitta, anche in considerazione del grave errore che Kimi Raikkonen ha commesso quando si trovava in terza posizione, aprendo di fatto la strada alla debacle. 

Lo stesso Kimi Raikkonen sarà, per forza di cose, l’osservato speciale da parte del Cavallino Rampante, ancora dubbioso sul concedere un’altra chance al campione del mondo 2007 per la prossima stagione. Qualche difficoltà di troppo durante il sabato, e quasi mai perfetto la domenica, il finlandese dovrà giocarsi molto bene le sue carte in questo finale di stagione, concludendo in qualche occasione anche davanti al suo compagno di squadra Vettel.

Il Gran Premio d’Austria, non evoca però grandi ricordi per il team italiano, quantomeno nel recente passato. Dopo la doppietta targata Michael Schumacher nel 2002 e nel 2003, solo l’anno scorso si è tornati a correre su questo tracciato. La vittoria andò a Nico Rosberg, il quale concluse con due secondi di vantaggio sul proprio compagno Lewis Hamilton. Al terzo e al quarto posto le due Williams del già citato Bottas e di Felipe Massa, bravissime a difendersi dopo aver conquistato nel giorno precedente tutta la prima fila. La prima Ferrari fu quella di Fernando Alonso, quinto, mentre Raikkonen dovette accontentarsi del decimo posto. Notizie poco rassicuranti anche per Sebastian Vettel, che ancora in forza alla Red Bull partì dalla dodicesima piazza per poi ritirarsi durante il trentaquattresimo giro.

Le ultime prestazioni del 2015, rapportate a ciò che era successo lo scorso anno, fanno pensare che fondamentale sarà la posizione in griglia. Se le Ferrari dovessero trovarsi dietro le due Williams risulterà molto complicato agguantare il risultato sperato, al contrario, se restassero davanti alla prima curva, allora, ci sarebbe la possibilità di cancellare la brutta prestazione di dieci giorni fa.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

enrico.giorgi@oasport.it

Foto: Ercole Colombo

Lascia un commento

Top