Calcio femminile, Mondiali Canada 2015: Inghilterra e Usa ai quarti di finale!

11412332_938626962846835_7968967576500745133_n.jpg

Nei due match valevoli per gli ottavi di finale dei Mondiali di calcio femminile, in Canada, successi dell’Inghilterra e degli Stati Uniti.

Le inglesi si sono imposta con il punteggio di 2-1 sulla Norvegia, dimostrando molto carattere al cospetto di un avversario molto insidioso. Le reti sono state messe a segno da: Solveig Gulbrandsen al 54′ (Novergia), Steph Houghton al 61′ (Inghilterra), Lucy Bronze al 76′ (Inghilterra). Le scandinave, difatti, sono state le prime a sbloccare la situazione, mostrando una certa predominanza territoriale, soprattutto nel corso del primo tempo, che solo l’abilità dell’estremo difensore inglese Karen Bardsley è riuscita ad arginare. Come detto, dopo il vantaggio norvegese, le ragazze allenate da Mark Sampson sono state abili a reagire immediatamente, trovando il pareggio dopo 7′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo e un poderoso colpo di testa di Houghton. Ciò che cambia le sorti della partita è l’ingresso in campo di Lucy Bronze che un quarto d’ora più tardi, grazie ad un splendida conclusione dai 25m, infila il portiere Hjelmeseth, non esente da responsabilità, e consegna la vittoria all’Inghilterra. Ai quarti di finale la rappresentativa di Sua Maestà dovrà vedersela con il Canada.

Al prossimo turno accedono anche gli Usa che, come da pronostico, battono 2-0 la Colombia con i goal di: Alex Morgan al 53′ e Carli Lloyd al 66′ (rigore). Un incontro non semplice, però, per gli States che hanno faticato molto contro le sudamericane, molto ben messe in campo e determinate a non concedere nulla ad una squadra, sulla carta, più forte. Tuttavia, il vero snodo del match lo si ha dopo 5′ della ripresa, con una rapida ripartenza delle americane e uno splendido assist di Megan Rapinoe (salterà il prossimo match dei quarti di finale per via di un’ammonizione), Alex Morgan si è  trovata solo davanti al portiere Catalina Perez, costretta a stendere la giocatrice lanciata a rete. Un’espulsione che cambia l’indirizzo della sfida, pur se il rigore conseguente viene fallito dall’esperta Abby Wambach. Qualche minuti più tardi, infatti, con un’azione sulla fascia destra, un tiro forte ma non irresistibile di Morgan si è tramutato in una marcatura per l’incerta parata della neo-entrata Sandra Sepulveda. Un goal che ha facilitato la gestione della gara per gli Usa che, grazie un altro rigore, hanno chiuso le sorti del confronto con Lloyd. Ora le americane dovranno vedersela nei quarti di finale con la Cina.

Alle ore 19:00 locali di quest’oggi, le 4:00 italiane, si terrà l’ultimo match degli ottavi tra il Giappone, campione del mondo in carica, e l’Olanda con le nipponiche favorite.

 

RIEPILOGO DI GIORNATA:

Inghilterra – Norvegia 2-1

Usa – Colombia 2-0

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: pagina FB Women’s World Cup

Twitter: @Giandomatrix

 

 

Lascia un commento

Top