Beach volley, Wevza 2015, Fregene. Il nuovo che avanza: doppia Italia in semifinale

andrea-tomatis-4.6.2014.jpg

Due coppie appena formate ed è già semifinale. Il leit motiv del beach volley italiano in questo primo scorcio di stagione sembra essere questo e non si sottrae neppure il torneo Wevza maschile di Fregene da questo cliché.

Al Tirreno Village, dove da stamane si disputa la fase finale di un torneo che ha già regalato grandi emozioni, è andata in scena ieri una prima giornata ricca di sorprese dove i grandi protagonisti in azzurro sono soprattutto gli atleti di casa, due coppie di nuovissima formazione, Vanni/Tomatis e Lupo/Michienzi che raggiungono le semifinali al termine della giornata perfetta. La terza coppia italiana ancora in corsa è quella composta da Casadei/Ficosecco che tenterà di risalire dal tabellone perdenti.

La delusione di giornata, invece, riguarda i vincitori di Barcellona, Caminati/Rossi che, dopo la sconfitta al primo turno con Michienzi/Lupo al tie break, sono stati battuti nel tabellone perdenti dagli olandesi Keemink/Vismans e si sono dovuti accontentare del nono posto, come gli altri azzurri Colaberardino/De Luca e De Fabritiis/Pellegrino.
Michienzi/Lupo si sono imposti nel primo turno sugli svizzeri Chevallier/Krattiger e, dopo aver sconfitto Caminati/Rossi al secondo turno, hanno battuto in semifinale vincenti i forti tedeschi Poniewaz/Poniewaz. Vanni/Tomatis, invece, hanno superato in sequenza Keemink/Vismans, i francesi Salvetti/Daguerre e, nella semifinale vincenti, gli spagnoli Marco/Garcia.

Il programma di questa mattina prevede dalle 8.30 le sfide del penultimo turno perdenti (gli sconfitti chiudono al 7mo posto): Casadei/Ficosecco-Chevallier/Krattiger (il vincitore affronterà Poniewaz/Poniewaz alle 11 nella sfida che vale la semifinale delle 14.30 contro Tomatis/Vanni) e Keemink/Vismans-Koekelkoren/Van Walle (il vincitore affronterà Marco/Garcia alle 11.50 per dare l’assalto alla semifinale delle 15.30 con Michienzi/Lupo). La finale per il bronzo è in programma alle 17, quella per il primo posto a seguire.

Lascia un commento

Top