Volley, SuperLega – Finale Scudetto: “Mezzogiorno di fuoco” tra Modena e Trento. A caccia della fuga tricolore

Trento-SuperLega-volley.jpg

Ormai è stato ribattezzato da tutti “Mezzogiorno di fuoco”. Ricordando il celeberrimo film western, oggi alle 12.00 (diretta tv su RaiSport1) si giocherà la gara3 della Finale Scudetto di volley maschile. L’anticipo orario, rispetto alle previste 17.30, si è reso necessario per la concomitante partita di basket tra Trento e Bologna prevista nel pomeriggio nello stesso impianto di gioco: lunga polemica settimanale con la Lega Basket che non ha permesso di anticipare l’incontro e così si è dovuti ricorrere ai ripari.

 

Trento e Modena sono sull’1-1 nella serie che assegna il tricolore, entrambi capaci di vincere gli incontri disputati in casa. Si ritorna così al PalaTrento, inviolato in stagione entro i confini nazionali ed espugnato solo dalla Dinamo Mosca nella Finale di Coppa CEV.

I canarini erano andati vicini all’impresa in gara1 ma, sopra 2-0, hanno dovuto chinare il capo di fronte al rimontone degli uomini di Stoytchev. Inutile dire che chi conquisterà questa fondamentale gara3 farà poi un deciso passo verso lo scudetto: per chi perderà l’ultima prova d’appello sarà mercoledì nella gara4 del PalaPanini.

 

Modena si presenta all’appuntamento rinvigorita dal bel successo settimanale, ma si troverà davanti il sold out del PalaTrento. I ragazzi di Lorenzetti ce la metteranno tutta per regalare la prima amarezza a Trento tra le mura amica, ripetendo così il successo nella Finale di Coppa Italia, per presentarsi poi nella fornace gialla con la concreta possibilità di conquistare quello scudetto che manca da addirittura 13 anni.

Trento è consapevole che, vincendo oggi, avrebbe comunque la chance di disputare in casa la gara5 con cui andare in caccia del quarto scudetto della storia.

 

Solita battaglia tra le panchine di Stoytchev e Lorenzetti, uomini simbolo delle società a cui sono legati i grandi successi dell’era contemporanea. Grande sfida in campo tra i reparti offensivi: Ngapeth e Petric determinanti in entrambi i precedenti, pronti per fronteggiare uno scatenato Djuric e Kaziyski che deve riprendersi dal flop di gara2. Scontro diretto al centro tra Birarelli/Solé e Piano/Verhees a colpi di muro, in cabina di regia Bruninho impareggiabile e vedremo se Trento si affiderà fin dall’inizio a Giannelli, l’uomo che ha cambiato l’indirizzo in gara1 e che è stato positivo in gara2 quando è subentrato a Zygadlo.

Spettacolo assicurato sottorete e in attacco, dove le due formazioni esprimono il meglio di sé, senza dimenticare la determinante fase al servizio.

Il lunch match è la grande novità del giorno (ma chissà che non venga riproposto anche in futuro, stile calcio…) per la Serie A italiana ma Treno ne ha disputati due negli ultimi anni, sempre al Mondiale per Club ed entrambi vinti…

Tag

Lascia un commento

Top