Volley, Italiani all’estero – Del Core, Bosetti e Lo Bianco: 2 scudetti! Travica ko in Finale, Savani manca il tris

Travica-Pallavolo-Pagina-FB-Federazione.jpg

Vediamo come si sono comportati gli italiani all’estero nell’ultima settimana di volley giocato.

 

Festa grande per la Dinamo Kazan che conquista il quinto scudetto consecutivo! Lo squadrone russo vince anche gara3 della Finale contro la Dinamo Mosca (3-2), chiude la serie con un secco 3-0 e si conferma sul trono nazionale. Ci pensa nuovamente una strepitosa Antonella Del Core (20 punti, 48% in attacco) che fiancheggia la superlativa stella Gamova (29 punti).

 

Il Fenerbahce di Marcello Abbondanza è Campione di Turchia! Quarto scudetto per il club gialloblu, dopo i tre consecutivi del 2009-2011 (considerando solo quelli del post riforma, ce ne sono poi altri 8 conquistati tra il 1956 e il 1972). Il titolo è ufficialmente arrivato nella seconda gara del secondo round robin, grazie al facile 3-1 sul Galatasaray di Barbolini. Ad Ankara fanno così festa anche Leo Lo Bianco che in cabina di regia ha gestito alla perfezione Lucia Bosetti e il fenomeno Kim Yeon-Koung, vera artefice di questo trionfo.

Lo scudetto era in realtà stato messo in ghiaccio dopo la prima gara del round robin. Il Fenerbahce si era ritrovato sotto 0-2 e 8-11 contro il Vakifbank. Si scatena però Kim che con 30 punti piazza la rimonta decisiva.

Secondo posto finale per il Vakifbank di Giovanni Guidetti e Carolina Costagrande che ha mandato in fumo le sue chance di scudetto perdendo al tie-break il match iniziale contro il Fenerbahce.

Al terzo posto l’Eczacibasi: le Campionesse d’Europa di Gianni Caprara hanno davvero deluso in questi due round robin finale. Quarto posto per il Galatasaray di Massimo Barbolini, Nadia Centoni e Caterina Bosetti.

 

Niente da fare per il Belogorie Belgorod di Dragan Travica. I Campioni del Mondo perdono la Finale Scudetto del campionato russo maschile, al termine di una palpitante serie conclusiva vinta per 3-1 dallo Zenit Kazan. I ragazzi di Alekno realizzano così il tanto desiderato triplete dopo aver già conquistato la Champions League e la Coppa Nazionale: settimo titolo russo per Spiridonov e compagni, con un Leon davvero disarmante.

Al trasferimento del campo la serie era in parità sull’1-1, dopo che la squadra del palleggiatore azzurro aveva avuto la concreta possibilità di portarsi sul 2-0. A Kazan tutto cambia: gara3 dominata dai Campioni d’Europa (3-0), gara4 tiratissima con il Drago che spinge Muserskiy e Grozer alla rimonta e al tie-break, dove però cedono di schianto.

 

L’Unicaja Almeria è Campione di Spagna! Il club allenato da Molducci conquista il titolo maschile al termine di una stagione da incorniciare. Avanti 2-0 nella serie finale dopo i due successi casalinghi, i ragazzi del coach italiano hanno perso gara3 in trasferta contro il Teruel (unici capaci di sconfiggerli nel 2014/2015, nel ritorno di regular season e nella Finale della Coppa del Re) e durante la gara4 erano sotto 2-0 e 13-11. Sale però in cattedra Sergio Felix, rimontone sul campo avversario e trofeo alzato al cielo, il decimo della storia.

L’Al-Rayyan di Cristian Savani, già vincitore di due scudetti in questa stagione (il primo in Cina con lo Shanghai, il secondo proprio con la casacca del club di Bagnoli, ha perso a sorpresa la Finale della Qatar Cup contro l’Al-Arabi (3-1).

 

Un grandissimo applauso per il Lotos Trefl Gdansk allenato da coach Anastasi. La squadra dell’ex CT della nostra Nazionale, dopo una stagione da incorniciare e assolutamente sorprendente (vinta anche la Coppa Nazionale), ha perso la Finale Scudetto del campionato polacco. L’Asseco Resovia Rzeszow, strafavorito della vigilia, ha dominato la serie per 3-0 vincendo gara3 per 3-1. Terzo titolo per Nowakowski e compagni, mentre i ragazzi di Anastasi (con Falaschi in squadra) escono a testa altissima con la qualificazione alla prossima Champions League.

Sempre in Polonia è iniziata la Finale Scudetto femminile. La serie è in parità dopo i primi due incontri (1-1), ma il Sopot di Micelli ha già sovvertito il fattore campo sconfiggendo il Chemik Police di Cuccarini in gara1 (3-1). Bjelica e compagne hanno poi restituito il favore in gara2, ma ora la serie si trasferisce da Stettino a Sopot: il prossimo weekend gara3 e gara4.

 

Voliamo in Francia. Il Tours ha vinto anche gara2 di semifinale (3-1) contro il Cannes vincitore della regular season, conquistando la Finale grazie ai 15 punti di Oleg Antonov e ai 19 di Konecny: continua così la difesa del titolo. Il Lione del Professor Prandi ha trascinato il Parigi al tie-break della decisiva gara3, ma purtroppo non è riuscito a sovvertire fino in fondo il pronostico della vigilia. La Finale scudetto si giocherà in gara secca il prossimo 9 maggio a Parigi. Si tratterà del remake delle finali 2003 e 2006 (vinte dal Paris Volley) e delle finali 2013 e 2014 (vinte dal Tours).

Sempre oltralpe, ma al femminile, il Le Cannet della colonia italiana (Marchesi, Zago, Zambelli, Vallicelli) guadagna la Finale al termine di una soffertissima vittoria in gara3 di semifinale contro il Paris St. Cloud (3-2 dopo essere stati sotto 1-2). Il 9 maggio sfideranno a Parigi il favoritissimo RC Cannes, in una Finale secca. Attenzione che il Le Cannet ha già sconfitto il Cannes nella finale della Coppa Nazionale.

Lascia un commento

Top