Tuffi, World Series 2015: doppio sesto posto per l’Italia. Cagnotto in crescita

Tania-Cagnotto-tuffi-foto-pagina-fina-dpm.jpg

Tania Cagnotto e Maicol Verzotto non riescono a bissare il bronzo del sincro misto vinto nella tappa delle World Series di Kazan e a Londra sono sesti con 288.30 punti, una quindicina in meno di quanto raccolto in Russia. Unica coppia sopra quota 100 dopo gli obbligatori insieme alla Cina, gli azzurri perdono terreno nei liberi soprattutto a causa di un sincronismo ancora da rodare in maniera perfetta. L’avvitamento avanti, il doppio e mezzo ritornato e il doppio e mezzo indietro sono infatti ben eseguiti a livello individuale, ma il duo tricolore cede nei confronti di Cina (336.90), Canada (309.60), Gran Bretagna (299.76), Messico (290.40) e Ucraina (289.14) proprio per un’inferiore pulizia nel sincro.

La stessa Tania Cagnotto ottiene il sesto posto anche nella finale individuale da 3 metri con il punteggio di 322.95 e un po’ di rammarico per l’errore nel doppio e mezzo ritornato al secondo tuffo (45) che ne compromette la gara dopo la prima posizione provvisoria con l’ottimo doppio e mezzo indietro d’apertura. L’azzurra chiude poi al meglio con un doppio e mezzo rovesciato da 76.50 (media dell’8.5), ma rimane staccata di otto lunghezze dal podio. Vince Shi Tingmao (374.35) su Wang Han (366.90), mentre per il bronzo Pamela Ware e Nadezhda Bazhina finiscono con lo stesso punteggio di 330.65 e devono ricorrere a un curioso spareggio “secco” – un solo tuffo, avvitamento avanti per la canadese e doppio e mezzo indietro per la russa – che premia il bronzo di Barcellona 2013. Per l’altoatesina, comunque, la tappa londinese termina in maniera più che positiva dopo i problemi fisici delle ultime settimane: un argento e due sesti posti che fanno morale in vista di Europei e Mondiali.

Lotta punto su punto anche nella finale maschile del trampolino. Con un quadruplo e mezzo avanti raggruppato conclusivo da 98.80 punti, il russo Evgeny Kuznetsov batte in rimonta il campione europeo Patrick Hausding (Germania) per appena cinque centesimi. 519.40 a 519.35 lo score, al termine di una gara di alto livello e priva del britannico Jack Laugher, vincitore delle tappe di Dubai e Kazan con punteggi stratosferici. Al terzo posto c’è il cinese Cao Yuan (516.35), molto più staccati Illya Kvasha, Lin Yue e Ilya Zakharov – che in questa piscina nel 2012 vinse l’Olimpiade – con almeno un errore a testa.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top