Triathlon, World Series: Javier Gomez rompe il dominio Brownlee, imbattibile Jorgensen

199.jpg

Nemmeno la pioggia e le basse temperature, tanto meno le avversarie, possono scalfire il talento e la voglia di vincere di Gwen Jorgensen. La statunitense continua la sua striscia di vittorie consecutive, imponendosi per la nona volta di fila alle World Series di triathlon, che in questo weekend hanno fatto tappa a Yokohama (Giappone), gareggiando nel percorso olimpico.

Tagliando il traguardo con oltre un minuto di vantaggio, la Jorgensen ha centrato il terzo successo consecutivo a Yokohama, tornando al comando del ranking ITU, sopravanzando la connazionale Katie Zaferes, assente in Giappone e ora distanziata di 295 punti.

La statunitense si è mantenuta sempre nel primo gruppo fin dalla frazione di nuoto, seminando le avversarie come è solita fare nella frazione della corsa. Buon momento per l’Australia che colloca due atlete sul podio: nella piazza d’onore, è salita la giovane australiana Ashleigh Gentle (classe 1991), centrando il suo primo podio alle World Series, dopo il terzo posto ottenuto in stagione a Mooloolaba nella sprint. Terza posizione per un’altra atleta australiana, Emma Moffat, che come la compagna centra il suo primo podio stagionale nelle WTS con oltre un minuto e 40 secondi dalla Jorgensen.

In campo maschile è arrivato il primo successo stagionale nelle WTS per lo spagnolo Javier Gomez, dopo i tre podi consecutivi ottenuti a Auckland, Gold Coast e Cape Town. Il veterano è riuscito a battere il rivale Alistair Brownlee di soli due secondi, al termine di un estenuante duello nella corsa. Terza posizione per un altro atleta spagnolo, il giovane Mario Mola, al suo terzo podio stagionale. Mola ha accusato 20 secondi di ritardo dal connazionale, mollando solo negli ultimi km di gara.

Con questo successo il vice campione olimpico consolida la sua leadership del ranking ITU, alla vigilia della tappa di Londra, gara di casa per Alistair Brownlee, che cercherà la rivincita con il rientro del fratello Jonathan, dominatore della prima parte di stagione.

Weekend difficile per i colori azzurri, con i nostri atleti che si affacciavano alle competizioni dopo una settimana dalla gara di Coppa del Mondo a Chengdu (Cina): la migliore on campo femminile è Charlotte Bonin, 35esima, che conferma il trend della precedente gara a Cape Town. Nel gruppo di testa fino alla frazione di corsa, la valdostana ha perso gradualmente terreno. Costretta ancora al ritiro Annamaria Mazzetti, che ben si era comportata in Cina, dove è giunta settima.

In campo maschile, con le assenze di Fabian e Uccellari, il migliore è Andrea De Ponti, che ha chiuso la prova in 38esima posizione centrando il proprio miglior risultato stagionale. poco più indietro Luca Facchinetti, 43esimo. Ritirato Andrea Secchiero durante la frazione di ciclismo.

La classifica femminile:

1. Gwen Jorgensen USA {country:alpha2} 3200
2. Katie Zaferes USA {country:alpha2} 2905
3. Andrea Hewitt NZL {country:alpha2} 2368
4. Sarah True USA {country:alpha2} 1947
5. Emma Moffatt AUS {country:alpha2} 1710
6. Barbara Riveros CHI {country:alpha2} 1599
7. Aileen Reid IRL {country:alpha2} 1445
8. Vendula Frintova CZE {country:alpha2} 1414
9. Lindsey Jerdonek USA {country:alpha2} 1387
10. Flora Duffy BER {country:alpha2} 1376

La classifica maschile:

Rankings Men

1. Javier Gomez Noya ESP {country:alpha2} 3507
2. Mario Mola ESP {country:alpha2} 2958
3. Fernando Alarza ESP {country:alpha2} 2685
4. Jonathan Brownlee GBR {country:alpha2} 2186
5. Crisanto Grajales MEX {country:alpha2} 2015
6. Richard Murray RSA {country:alpha2} 1904
7. Pierre Le Corre FRA {country:alpha2} 1728
8. Ryan Bailie AUS {country:alpha2} 1672
9. Alistair Brownlee GBR {country:alpha2} 1540
10. Sven Riederer SUI {country:alpha2} 1481

Lascia un commento

Top