Tennis, Internazionali d’Italia 2015: Roma trampolino di lancio per Matteo Donati. Bene anche Arnaboldi e Fabbiano

tennis-matteo-donati-federtennis-costantini-e1452693218415.jpg

Sono iniziati gli Internazionali d’Italia 2015 ed è stata certamente la giornata di Matteo Donati. Prima vittoria in carriera in un tabellone principale di un torneo Atp per il giovane tennista piemontese, che supera il colombiano Santiago Giraldo in tre set per 2-6 6-1 6-4.

Una vittoria bellissima per un ragazzo che da sempre è considerato uno dei prospetti più interessanti del nostro tennis. Un giovane dal grande futuro e che a Roma ha vissuto probabilmente la definitiva consacrazione. Dopo aver vinto brillantemente il torneo di pre-qualifiazione, che gli ha permesso di ricevere una wild card, arriva questo straordinario successo contro un avversario tra i primi cinquanta del mondo.
Adesso arriva Berdych e sarà una partita importante per Matteo, che comincerà a conoscere un tennis diverso da quello finora disputato e che si troverà di fronte per la prima volta un Top10. Questa esperienza al Foro Italico deve essere un punto di partenza: Donati adesso è numero 275 e l’obiettivo è quello di avvicinarsi il prima possibile al muro dei duecento e poi continuare a migliorare la sua classifica.
Mentre il “gemello” Quinzi arranca, lui continua ad ottenere grandi risultati ed è certamente il nuovo che avanza del tennis azzurro.

Non è riuscito nella seconda impresa settimanale, invece, Luca Vanni, che si è arreso allo spagnolo Nicolas Almagro. Contro una vecchia conoscenza come il tennista iberico (addirittura crollato al numero 159 della classifica) il tennista toscano non è riuscito mai ad imprimere il suo gioco e si è arreso 6-4 6-3.
Discorso simile va fatto anche per Federico Gaio, alla sua prima esperienza in un main draw di un torneo Atp, che si è arreso all’argentino Leonardo Mayer, ma per il numero 260 Atp è già stata una conquista giocare questa partita.

La giornata è comunque molto positiva per il nostro tennis, perchè si aggiungono altri due azzurri in tabellone. Andrea Arnaboldi ha sconfitto in un derby tutto italiano contro Stefano Napolitano; mentre Thomas Fabbiano ha sconfitto il giovane russo Rublev.

Nelle altre partite disputate spicca l’eliminazione prematura del sudafricano Kevin Anderson (subito ko anche a Madrid) contro il tedesco Florian Mayer. Successi anche per il ceco Vesely e il francese Chardy rispettivamente contro il lettone Gulbis e il ceco Rosol, che lo scorso anno era stato il giustiziere del nostro Fabio Fognini

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

Foto da fedetennis di Tonelli

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top