Tennis, Internazionali d’Italia 2015: finisce l’avventura di Lorenzi e Fabbiano

tennis-paolo-lorenzi-federtennis-tonelli.jpg

Sul Nicola Pietrangeli c’è stato veramente poco da fare per Paolo Lorenzi, rientrato dopo problemi fisici che gli hanno impedito di scendere in campo ed allenarsi sulla terra battuta. Contro uno specialista come l’urugaiano Pablo Cuevas, numero 24 del mondo, e già finalista al torneo ATP di Instanbul era un match dall’esito già scritto. Il 6-3 6-2 in 1 ora e 18 minuti di gioco è stato un assolo di Cuevas che ha gestito lo scambio in lungo e in largo senza mai soffrire più di tanto il tennis dell’azzurro. Spesso con il timing errato sulla palla e incapace di contrastare la regolarità del proprio avversario, Lorenzi non ha potuto che arrendersi. Al secondo turno per l’uruguaiano ci sarà un remake dell’ultimo atto in Turchia, visto l’incontro previsto con sua maestà Roger Federer, reduce dal poco brillante Masters1000 di Madrid.

Non riesce nell’impresa purtroppo a Thomas Fabbiano che, dopo aver disputato delle ottime qualificazioni, non riesce a superare l’ostacolo del transalpino Richard Gasquet, numero 21 del ranking che si è aggiudicato il match con lo score di 6-1 7-6 in 1 ora e 28 minuti di gioco. Dopo un primo set costellato da tanti errori  di Fabbiano in evidente difficoltà con le rotazioni del francese, nella seconda partita un gran bel tennis mostrato dall’italiano. Sempre punto a punto con Gasquet e in grado di recuperare il break del quinto game nel decimo, impattando sul 5-5. Da lì, al tie-break, la luce si è spenta per il buon Thomas, forse scarico psicologicamente, e un parziale di 10 punti a zero è fatale al nostro portacolori.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: Federtennis

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top