Roland Garros 2015: la solita piccola, grande Sara Errani

Sara-Errani-Tennis-Pagina-FB-Super-Tennis.jpg

La stagione sul rosso di Sara Errani non è stata eccezionale come gli altri anni, ma il Roland Garros è ormai una seconda casa per la bolognese, che si è ritrovata in quel di Parigi, conquistando gli ottavi di finale dopo aver sconfitto la tedesca Andrea Petkovic, vendicando il ko del 2014 ai quarti di finale.

Adesso agli ottavi ci sarà la sfida con un’altra teutonica, Julia Goerges, ed è un match alla portata dell’azzurra, anche se l’attuale numero 72 del mondo è in ottima forma e al secondo turno è riuscita ad eliminare Caroline Wozniacki. Per Goerges si tratta anche del miglior risultato in carriera al Roland Garros e quindi si presenterà in campo lunedì con grande fiducia e con meno pressioni rispetto all’Errani.

Sarita comunque parte favorita e ha grandi possibilità di raggiungere ancora una volta i quarti di finale a Parigi. Negli ultimi tre anni è sempre arrivata tra le migliori otto, conquistando anche la finale nel 2012 e la semifinale nel 2013. Addirittura contando anche il torneo di doppio la numero diciassette del mondo ha sempre giocato almeno una finale. Per la prima volta quest’anno non ci sarà l’impegno extra, visto lo scioglimento del duo con Roberta Vinci e certamente Sara arriva con molta più energia ai match della seconda settimana rispetto alle passate stagioni.

I numeri sul rosso sono straordinari: infatti contando la percentuale di partite vinte negli ultimi due anni su questa superficie Sara è al terzo posto dietro a Serena Williams e Maria Sharapova. Entrambe sono due giocatrici che fanno della forza fisica un fattore importante del loro gioco, specialmente l’americana, mentre per Sarita non si può dire certamente la stessa cosa. Piccola di statura, ma non di certo nel cuore e nella voglia di combattere e lottare su ogni punto. Anche in queste partite la bolognese ha mostrato i soliti limiti al servizio, ma anche una condizione atletica notevole e che le permettere difese e recuperi quasi impossibili.
Lunedì pomeriggio un’altra battaglia ed un altro capitolo per la fantastica storia parigina di una giocatrice “normale”,che quando vede rosso si trasforma in gigante.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

Foto da pagina Fb di Supertennis TV

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top