MotoGP, Gp di Spagna 2015, analisi: Lorenzo senza avversari, Ducati in difficoltà

Jorge-Lorenzo-Motomondiale-Pagina-FB-Lorenzo.jpg

E’ tornato a ruggire Jorge Lorenzo nel primo Gran Premio europeo del Motomondiale 2015 svoltosi sul tracciato di Jerez de la Frontera. Il pilota spagnolo della Yamaha ha dominato sin dal venerdì, girando velocissimo in tutte le sessioni di prove libere, conquistando la pole il sabato e cavalcando verso il gradino più alto del podio, senza alcun avversario, durante la gara della domenica. Una supremazia che ha stupito e non poco gli addetti ai lavori, consapevoli della forza del 99 su uno dei circuiti di casa, ma con ancora negli occhi le difficoltà che lo stesso Lorenzo aveva mostrato durante i weekend precedenti.

Neppure Marc Marquez, favorito in ogni round di questo Mondiale, è riuscito a tener testa al compagno di Valentino Rossi, e causa anche la frattura del mignolo della mano sinistra, si è dovuto accontentare della seconda posizione, guadagnando qualche punticino in classifica importante sul pesarese, costretto a difendersi, e non in grado di completare una splendida rimonta come quella di qualche settimana fa in Argentina. Rossi infatti, perso tempo nel risalire dalle “retrovie”, ha provato a ricucire lo strappo, arrivando però fino ad un minimo ritardo di poco superiore al secondo, per poi essere costretto ad abdicare, per non rischiare la scivolata, e ad accontentarsi del terzo posto. 

Giornata davvero poco esaltante invece per le Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. Il primo, ha mantenuto la tradizione, in un circuito che non gli è mai piaciuto e sul quale mai è andato forte, il secondo, sebbene fosse soddisfatto dopo le qualifiche del sabato di come girasse la sua GP15, non è andato oltre il sesto posto, e in particolare ha accusato un ritardo di oltre ventisette secondi dal vincitore del Gran Premio.

Ottime invece le prestazioni di Cal Crutchlow ( Honda), Pol Espargaro (Yamaha) e Aleix Espargaro (Suzuki), i quali sfruttano lo spazio lasciato libero dall’assenza di Dani Pedrosa, oltre che dagli errori commessi dalle Rosse di Borgo Panigale. In particolare, il britannico, dopo il podio di Termas de Rio Hondo, conferma i progressi della sua moto, e chiude al quarto posto, risultando attualmente sesto della generale ad appena nove punti da Marquez. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

enrico.giorgi@oasport.it

Foto: pagina FB Jorge Lorenzo

Lascia un commento

Top