Moto3, GP Italia 2015: italiani per riaprire il Mondiale al Mugello

Enea-Bastianini-Libera-Fonte-Team-Gresini.jpg

Sarà grande battaglia nel weekend in arrivo, quando nel calendario Motomondiale 2015 è in programma il Gran Premio d’Italia del Mugello. Sul circuito toscano, i talenti italiani della Moto3 tenteranno quella che sembra quantomeno un’impresa davvero molto difficile, riaprire la corsa per il titolo Mondiale.

Sul tracciato di Le Mans, sede dell’ultimo appuntamento, la tripletta azzurra ha riacceso le speranze, soprattutto perchè a salire sul gradino più alto del podio è stato Romano Fenati, arrivato alle porte di questa stagione con tanta pressione addosso e i favori dei pronostici dalla sua parte. Il pilota dello SKY Racing Team VR46 però non ha risposto secondo le attese, restando in ombra nei primi Round e uscendo allo scoperto solo sul circuito francese.

La falsa partenza però potrebbe aver compromesso i sogni di gloria, se non altro causa il britannico Danny Kent, il quale ha guadagnato la testa della classifica generale, acquistando anche un discreto vantaggio sul primo inseguitore. I trentasette punti infatti che lo distanziano da Enea Bastianini sono ben gestibili, in particolare se le prestazioni della sua Leopard Racing dovessero continuare ad essere così costanti. 

Sembra proprio però che il pilota del Team Gresini possa ad oggi essere l’unico avversario di Kent, l’unico in grado di trovare in gara quella costanza di rendimento da poter lottare sempre per i primi tre posti. Per puntare però a qualcosa di più che ai soliti piazzamenti, Bastianini deve migliorare nelle qualifiche del sabato, le quali troppo spesso lo costringono a partenze complicate.

Ultimo, ma in grande crescita Francesco Bagnaia. La personalità con cui è riuscito ad agguantare il terzo posto due settimane fa, dimostra la stoffa del ragazzo, per niente intimorito dall’arrivo rabbioso del leader Mondiale e della bagarre innescata con i propri connazionali. Per il pilota di Torino è ancora presto per puntare ad obiettivi tanto importanti, ma la sua crescita potrebbe essere di grande aiuto anche agli altri italiani, i quali avrebbero un alleato in più nella lotta alla rimonta. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

enrico.giorgi@oasport.it

Foto: Team Gresini

Tag

Lascia un commento

Top