Giro d’Italia 2015: le pagelle della dodicesima tappa. Gilbert, uno scatto da fenomeno

11113879_10152912013718247_687402023398743387_n1-e1449584431423.jpg

Foto: Pagina Facebook Giro Italia


Tappa da tregenda quella partita da Imola e arrivata al Monte Berico di Vicenza. La dodicesima frazione del Giro d’Italia è un’apoteosi di emozioni: a trionfare è Philippe Gilbert davanti ad Alberto Contador e Diego Ulissi, un podio davvero di grande qualità. Andiamo a vedere le pagelle di questa tappa.

Philippe Gilbert, voto 10: questa è la risposta a chi diceva che non fosse in forma. Una sparata da vero fenomeno negli ultimi 600 metri: dieci, quindici, venti metri guadagnati sugli avversari che non sono riusciti neanche a tenere la sua ruota. Su questi tipi di arrivi, come dice anche lui al traguardo: “E’ tutto più facile”. Il campione del Mondo di Valkenburg torna al successo dopo un inizio di 2015 non ideale e a Richmond non potrà che far bene.

Alberto Contador, voto 8: senza apparentemente far tanta fatica, Il Pistolero guadagna 16” su Fabio Aru e 9” su Richie Porte e Rigoberto Uran. Non attacca, si limita a tenere le ruote dei primi e conclude al secondo posto sul traguardo di Vicenza. La Maglia Rosa è rafforzata: il Trofeo Senza Fine si avvicina sempre di più.

Diego Ulissi, voto 8: è colui che ha corso più rapidamente questa dodicesima tappa, nonostante il terzo posto finale. Il toscano della Lampre-Merida prima fora ai -50km e poi viene coinvolto in una caduta ai -20km. Nonostante tutto ciò riesce a rientrare e a farsi vedere sul traguardo. Peccato per i problemi precedenti, molto probabilmente sarebbe rimasto attaccato a Gilbert.

Simon Geschke, voto 7,5: il tedesco si dimostra sempre più in crescendo di forma: combatte per la Maglia Blu dei GPM e in più si fa vedere anche sul finale, chiudendo quarto. Proverà a conquistare una tappa nell’ultima settimana.

Richie Porte e Rigoberto Uran, voto 6: arrivano in coppia all’undicesimo e dodicesimo posto, perdendo 9” da Contador. Il loro obiettivo sarà sicuramente la cronometro di sabato, per recuperare la sfortuna di questa prima metà di Giro.

Fabio Aru, voto 5: secondo giorno di difficoltà per il sardo dell’Astana, dopo una prima settimana al di sopra delle aspettative. 16” persi e una pedalata che è sembrata tutt’altro che fluida. “Oggi sono andato in crisi di zuccheri nel finale”  le sue parole all’arrivo. Lo si spera per il prosieguo di questo Giro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB Giro d’Italia

Lascia un commento

Top