Giro d’Italia 2015, le pagelle dell’8a tappa: nessuna differenza tra i big a Campitello Matese

Intxausti-FB-Giro.jpg

Colpi di fioretto tra i big, ma nessuno sembra avere il colpo vincente. Questo, per quanto riguarda i favoriti per il successo finale, il riassunto dell’ottava tappa del Giro d’Italia 2015. A vincere Beñat Intxausti, tra i protagonisti della fuga della prima ora. Queste le pagelle della giornata odierna.

INTXAUSTI Beñat, voto 9: in salita va forte, e lo dimostra. Va in fuga, si mantiene nel secondo gruppetto. All’inizio dell’ascesa finale inizia la rimonta sulla testa della corsa e negli ultimi chilometri resta da solo al comando, riuscendo a resistere anche al ritorno di Landa.

LANDA Mikel, voto 8: la prestazione è ottima, la tattica Astana forse meno. Quando parte dal gruppo dei migliori riesce a prendere buon vantaggio, ma gli manca il cambio di passo per chiudere il buco su Intxausti. Può essere una pedina importantissima per Fabio Aru.

REICHENBACH Sebastien, voto 7,5: gara parallela a Intxausti, ma in salita non riesce a tenere il basco. prova solida e concreta che gli consente di salire sul podio di giornata.

ARU Fabio, voto 7: prende in mano la situazione con la squadra ad inizio salita, poi prova ad attaccare ma non fa male agli avversari diretti. Poi sembra addirittura soffrire il ritmo di Porte ma resiste e vince la volata dei battuti. Per ora non è ancora riuscito a guadagnare terreno in salita, da valutare se crescerà di condizione, ma fino ad ora un ottimo Giro.

CONTADOR Alberto, voto 8: nonostante la sublussazione che gli dà qualche noia lo spagnolo è sempre lì. Non attacca in prima persona ma risponde con una certa facilità. Considerando le difficoltà fisiche una prova maiuscola. Ora avrà tempo di recuperare prima della crono senza vere salite.

PORTE Richie, voto 7,5: non ha ancora messo fuori il naso, ma fino ad ora si è sempre fatto trovare pronti in caso di attacchi degli avversari. Sembra in gestione, conscio della cronometro dove può guadagnare terreno sugli avversari. Fino ad ora un gran Giro e può migliorare ancora. Ottimo anche l’apporto della squadra.

URAN Rigoberto, voto 7: finalmente con i migliori in salita, le difficoltà respiratorie potrebbero essere alle spalle. Oggi la risposta all’attacco di Aru è puntuale per io colombiano nonostante sia spesso e volentieri senza squadra.

CATALDO Dario, voto 7,5: gregario preziosissimo per Aru. In un’altra squadra, considerando anche la crono, potrebbe essere un serio candidato per la top 5 in classifica generale. Resta con i 4 favoriti fino alla fine, tirando la volata al proprio capitano.

BETANCUR Carlos, voto 5.5: non è ancora il miglior Betancur di sempre, ma quantomeno ci mette la voglia in fuga. Dopo averci provato esplode sulla salita finale. Con il passare dei giorni la condizione potrebbe crescere ulteriormente.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Pagina Facebook Giro d’Italia

Lascia un commento

Top