Giro d’Italia 2015, la prima tappa: San Lorenzo al mare–Sanremo, una crono cruciale

Schermata-2015-04-27-alle-11.54.40.png

Si conclude a Sanremo la prima tappa del Giro d’Italia 2015. Nulla a che vedere con la Classicissima di primavera, ma solo il nome evoca la storia del ciclismo, riportando alla mente momenti storici di questo sport.

Una cronosquadre di 17 chilometri e 600 metri sulla pista ciclabile che collega la riviera ligure, con partenza da San Lorenzo al mare. Si passa di fianco a Cipressa e Poggio, senza però affrontare le salite che, poco più di un mese fa, hanno portato John Degenkolb al successo in via Roma nella Città dei Fiori. Il percorso non presenta difficoltà altimetriche di rilievo, ma la sede stradale non sarà di tipo classico. Molto più stretta, di fatto segue la conformazione della riviera stessa. Poche le curve impegnative, ma sarà comunque richiesta una particolare attenzione ai componenti delle squadre per evitare cadute come quella che ha visto protagonista l’allora Garmin-Sharp lo scorso anno.

Da San Lorenzo si attraverseranno Santo Stefano al Mare, Riva Ligure, Arma di Taggia (città natale di Fabio Fognini dove sarà posto anche l’intertempo cronometrico) e Capo Verde, prima dell’arrivo a Sanremo sul lungomare Italo Calvino. Da qui partirà il lungo viaggio verso Milano, sede d’arrivo della 21esima e ultima tappa della 98esima edizione del Giro d’Italia.

Diverse le squadre che ambiscono a vestire la prima Maglia Rosa di questa edizione: la più attrezzata è l’Orica GreenEdge, formazione australiana che ha vinto diverse prove nelle ultime stagioni, il cui capitano Matthews ha portato il simbolo del primato nella prima settimana della scorsa edizione. Possono provare a centrare il successo anche gli uomini del Team Sky, che con ottimi cronomen come Porte, Konig e il nostro Elia Viviani, possono ben esprimersi su questo percorso pianeggiante. Ci proveranno sicuramente anche i corridori dell’Etixx Quickstep, capitanati da Rigoberto Uran e Tom Boonen. Tra i possibili outsider, inseriamo la BMC e il Team Giant-Alpecin, formazioni ricca di passisti, la sorpresa potrebbe essere la Tinkoff-Saxo di Alberto Contador, il grande favorito per questo Giro 2015.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top