Giro d’Italia 2015, DIRETTA LIVE: Saint Vincent-Sestriere, il Colle delle Finestre ultimo giudice. Bis di Aru!

Aru-e-Contador-Giro-dItalia-ufficio-stampa1.jpg

199 chilometri per incoronare Alberto Contador. Dopo tre settimane da re, lo spagnolo è pronto a mettere le mani sulla 98esima del Giro d’Italia che si concluderà domani a Milano. Oggi, per la 20esima frazione, ancora spazio alle salite e in particolare al Colle delle Finestre, Cima Coppi della corsa rosa con i suoi 2178 metri. 18 chilometri di salita, una pendenza media superiore al 9%. Gli ultimi 8 chilometri in sterrato, l’ultimo palco per questo disperato tango italiano che, nelle ultime 3 settimane, ha fatto risuonare la sua splendida musica per il Bel Paese.

OA Sport vi propone la Diretta Scritta della frazione odierna. Dalla lotta per la maglia blu al podio in classifica generale passando per il successo di tappa che cercano ancora in tanti. Tra questi anche quell’Alberto Contador, saldamente primo e pronto a conquistare il successo.

La presentazione della tappa – I precedenti sul Colle delle Finestre

Clicca su F5 per aggiornare la pagina

Si conclude un’altra giornata di grandi emozioni al Giro d’Italia, l’ultima prima della passerella verso Milano. Alberto Contador, pur soffrendo come poche volte in carriera sullo sterrato del Colle delle Finestre, si aggiudica la sua seconda Corsa Rosa (nuovamente senza vincere tappe) davanti ad un grande Fabio Aru, vincitore di giornata.

17.17: 2’25” di ritardo per il vincitore del Giro d’Italia 2015, Alberto Contador! Arrivo in scioltezza per il Pistolero, abile a gestirsi nella discesa del Colle delle Finestre e nella salita verso Sestriere

17.14: applausi, tantissimi applausi per Ryder Hesjedal, secondo da solo. Poi Uran e Landa. Ora occhio al cronometro, con Contador nell’ultimo chilometro

17.13: ed è bis per Fabio Aru dopo Cervinia! Vittoria per il sardo!

17.12: spinge forte Aru, entrato nell’ultimo chilometro! Contador è ancora sotto i 2′ di ritardo. Dietro Hesjedal e Uran stanno per essere ripresi da Landa

17.11: rilancia Aru! E Uran non tiene la ruota! Il sardo si invola verso il traguardo di Sestriere

17.09: il primo scatto è di Fabio Aru! Al suo inseguimento si porta Rigoberto Uran, Hesjedal in difficoltà, Kruijswijk e Landa si staccano

17.07: continua a perdere Contador, ma la situazione sembrerebbe essere sotto controllo per la Maglia Rosa a 3km dal termine

17.04: Contador non ha più bisogno di forzare l’andatura. Il Pistolero deve soltanto gestire il distacco, senza andare fuori giri. Davanti, intanto, non ci sono stati accenni di scatti

17.03: risale inevitabilmente a 1’20” il distacco di Contador. C’è Fabio Aru a tirare adesso

17.01: fuori definitivamente dai giochi Ilnur Zakarin, che ha comunque dimostrato tutto il suo talento sul Colle delle Finestre. In cinque ora al comando, con il solito Landa a scandire il ritmo

17.00: a quasi 5km dal traguardo torna a risalire il distacco di Contador, a 1’10”. Problema meccanico intanto per Zakarin, che perde qualche metro

16.58: da dietro, intanto, il gruppetto di Amador, König, Caruso e Geniez è a 1’34” dal gruppetto di testa. Non c’è Trofimov, il sesto della generale, in crisi quest’oggi

16.57: la tattica dell’Astana è chiara, Aru vuole vincere la tappa. Landa si è messo al servizio del sardo. Intanto, il vantaggio sul gruppetto di testa su Contador scende sotto al minuto

16.55: si forma un sestetto al comando. Landa, Aru (Astana), Kruijswik (LottoNL), Hesjedal (Cannondale), Zakarin (Katusha) e Uran (Etixx – Quick Step)

16.53: Contador sta sfruttando al meglio fin qui la sua immensa classe, avendo recuperato almeno una decina di secondi a Landa. Intanto, Aru, Uran, Hesjedal e Kruijswijk sono prossimi al ricongiungimento con Landa e Zakarin, probabilmente dopo ordini dall’ammiraglia

16.52: comincia l’ultima salita del Giro d’Italia, verso Sestriere. GPM di terza categoria, 9,2 km 5.4% di pendenza media

16.50: Contador deve prodigarsi in una mini-cronometro ora. Circa 40″ di ritardo da Aru

16.47: comincia il tratto in falsopiano e Contador raggiunge Tanel Kangert. La Maglia Rosa pedala decisamente meglio

16.46: il Pistolero, al passaggio a 15km da termine, paga 1’37” da Landa e 40″ da Aru&co.

16.45: Landa è costretto a fare tutto da solo, visto che Zakarin non ha nessuna intenzione di dare un cambio allo spangolo. Battibecco anche tra Uran e Aru nel gruppetto inseguitore, mentre Contador sta affrontando la discesa con intelligenza e non sta perdendo

16.41: 17km al traguardo di Sestriere, pochi chilometri al termine della discesa. Contador sembra aver stabilizzato il distacco sul minuto e mezzo, almeno per il momento

16.38: Landa prova ad avvantaggiarsi su Zakarin in discesa, ma il russo non demorde

16.37: Landa guadagna costantemente secondi su Contador, non esattamente un drago in discesa. Intanto, Kruijswijk prova a rientrare sul terzetto Hesjedal-Aru-Uran

16.32: la situazione in corsa, ora, diventa davvero interessante, con Contador completamente isolato per tutta la discesa del Colle delle Finestre. Lo sterrato ha fatto malissimo alla Maglia Rosa

16.31: 1’27” di ritardo per Contador da Landa, poco più di un minuto di ritardo da Aru

16.30: passano ad una trentina di secondi un indomito Ryder Hesjedal e un brillante Rigoberto Uran. A poche battute Fabio Aru

16.29: più di 1’10” di vantaggio per un Contador sempre più in difficoltà. Landa e Zakarin intanto transitano al GPM, con lo spagnolo primo al passaggio

16.28: Landa riprende Zakarin, Hesjedal e Uran staccano Aru, mentre Contador continua a perdere

16.26: già un minuto di vantaggio per Landa su Contador. Ricordiamo che il distacco del corridore dell’Astana sul connazionale è di 5’15

16.26: pedalata pesantissima per Contador. Aru, intanto, fa fatica a stare a ruota di Hesjedal, Kruijswijk e Uran

16.25: la Maglia Rosa è in grave crisi! Contador si stacca anche da Kangert e adesso è completamente da solo!

16.24: ci riprova Hesjedal, seguito da Kruijswijk e Uran. Contador si stacca anche da Aru! Momento decisivo del Giro d’Italia!

16.21: Landa vede Zakarin, ormai prossimo ad essere raggiunto dallo scatenato spagnolo. Che allunga sul gruppetto Contador

16.19: a 3km dalla vetta e a 30km dal termine della tappa Landa ha più di 40″ sul gruppo Maglia Rosa

16.18: Landa sta volando, già dimezzato il distacco da Zakarin! Quasi scontato, a questo punto, un aggancio prima della vetta

16.16: si muove anche Kruijswijk, che va a riprendere Hesjedal

16.15: ennesimo attacco del canadese dunque, davvero instancabile in questo Giro d’Italia. Il vincitore del 2012 prova a lanciarsi all’inseguimento di Landa, sempre in solitaria ad una quarantina di secondi da Zakarin

16.14: Alberto Contador non sembra essere in grande spolvero. La Maglia Rosa prova a condurre le danze ma Hesjedal gli scatta in faccia

16.13: Landa se ne va! Contador non riesce a rispondere

16.12: prova a partire Mikel Landa! E’ lo spagnolo a rompere gli indugi, prova a stargli dietro Contador

16.10: continua intanto l’azione di Ilnur Zakarin. Il talentuoso russo conserva 1’27” sul gruppo Maglia Rosa, composto da Contador, Landa, Aru, Kangert, Kruijswijk, Uran e Hesjedal

16.08: accelera Kruijswijk! E si stacca Intxausti, avversario dell’olandese per la maglia blu.

16.07: Atapuma sta cercando di scortare Caruso, ma i migliori sembrano lontani. Allunga ancora Hesjedal.

16.01: Zakarin è sullo sterrato! Sette chilometri alla vetta per lui che ha ancora margine sugli inseguitori.

16.00: in difficoltà ancora Caruso, Amador e Trofimov. Mentre allunga Hesjedal, senza però fare la differenza.

15.58: nuovo attacco di Kruijswijk, allunga anche Contador ma Landa, Aru, Hesjedal, Uran e Intxausti rispondono.

15.57: rientrano altre atleti , tra questi Amador e Caruso.

15.54: attacca Tanel Kangert, pronta risposta di Steven Kruijswijk e Alberto Contador che si portano dietro anche Landa, Aru, Uran, Intxausti e Hesjedal.

15.42: aumenta il vantaggio di Zakarin, ottima azione del russo che ha oltre 1′ dal gruppo.

15.37: e ci prova Stefano Pirazzi! Altro allungo targato Bardiani-CSF che è il più immediato inseguitore di Zakarin.

15.36: Zakarin si riporta su Berlato e lo supera rimanendo da solo al comando. Astana in massa in testa al gruppo

15.31: problema meccanico per Bongiorno che però riparte subito. La fuga è esplosa e il gruppo sta riprendendo tutti gli attaccanti. Zakarin e Izagirre seguono Berlato, sempre solitario al comando.

15.29: attacco di Manuel Bongiorno dalla testa del gruppo! La vittoria di tappa fa gola a tanti. 45 chilometri all’arrivo

15.27: fuga destinata ad essere ripresa, solo 40” di vantaggio. E iniziano gli scatti, allunga Berlato.

15.23: volata di Boem al traguardo volante di Susa. Inizia la salita!

15.07: mancano poco più di 10 chilometri all’inizio del Colle delle Finestre. Pendenze subito importanti nella prima parte di salita. 1’44” per i fuggitivi

14.50: tira la Tinkoff-Saxo, gruppo in fila indiana e margine di 2′ per la fuga. Pochissime le possibilità per i 9 di arrivare al traguardo

14.41: ancora in pianura, 2’34” adesso il gap

14.20: sale il margine degli attaccanti quando mancano 100 chilometri al traguardo. 2’50” il ritardo del gruppo.

14.11: situazione stabile in corsa.

13.37: gruppo che si mantiene alla stessa distanza dai fuggitivi che hanno poche possibilità con questa situazione.

13.02: vantaggio di 1’40”

12.57: Bérard Julien, Bandiera Marco, Boem Nicola, Saramotins Aleksejs, Ulissi Diego, Izagirre Ion, Berlato Giacomo, Busato Matteo e Zakarin Ilnur hanno preso una trentina di secondi di margine. Da valutare se possa essere il tentativo giusto.

12.42: gruppo ancora compatto fino ad ora

12.17: nulla da fare e gruppo nuovamente compatto. Ricordiamo che i primi 155 chilometri sono in pianura. Secondo quanto visto negli ultimi giorni la media della prima ora potrebbe essere elevatissima.

12.10: tentativo di 15 uomini

11.50: pochi minuti alla partenza dei corridori. Anche oggi partenza a tutta?

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Ufficio Stampa Giro d’Italia

Tag

Lascia un commento

Top