Giro d’Italia 2015, DIRETTA LIVE: il Monte Ologno fa paura. Landa sfida Contador

Kruijswijk-landa-contador-FB-Giro-e1449586799663.jpg

Altro che tappa di media montagna. La diciottesima frazione del Giro d’Italia 2015, da Melide a Verbania, può rivelarsi decisiva almeno quanto quella del Mortirolo. C’è lo spazio per attaccare e guadagnare davvero tanto, a patto di avere le gambe. Il Monte Ologno è una salita che fa paura: 10 km al 9% di pendenza media. In cima mancheranno 35 km all’arrivo. Breve discesa ed altri due km durissimi di salita verso Piancavallo. Infine una lunga discesa tecnica e tortuosa che proietterà verso l’arrivo. Un corridore come Landa potrebbe provare a staccare Contador in salita e poi guadagnare ulteriormente in discesa. E’ una tappa davvero imprevedibile, che potrebbe riservare sorprese. Fabio Aru dovrà lottare con i denti per difendere il terzo posto. Buon divertimento con la nostra Diretta Live!

La tappa di oggi

Clicca F5 per aggiornare la pagina

17.08: arrivato il gruppo di Aru, Landa, Amador e Caruso. 7’18”, dunque 1’13” da Contador. Lo spagnolo sempre più padrone del Giro. Grazie per aver seguito con noi questa lunga diretta live, appuntamento al tappone di domani sulle Alpi! Buona serata!

17.07: 6’05” il distacco di Contador e Hesjedal.

17.04: ora bisogna attendere Contador e tutti gli uomini di classifica.

17.02: secondo posto per un generoso Manuel Bongiorno, che ha perso un’occasione. Terzo Chavanel.

17.01: Gilbert trionfa a braccia alzate!

16.57: 3 km al traguardo per Gilbert. Ripreso intanto Damiano Caruso.

16.55: scende a ‘120″ il vantaggio di Contador. Hesjedal sta richiamando l’iberico che non sta dando molti cambi….

16.52: 7 km al traguardo per un Gilbert ormai imprendibile.

16.50: 1’35” il vantaggio di Contador, Hesjedal e Villella su Aru, Landa, Trofimov e Amador. Da questo gruppetto è scattato Damiano Caruso, che prova a guadagnare terreno.

16.47: 30″ il vantaggio di Gilbert sugli ex compagni di fuga a 12 km dall’arrivo. Ancora 6 km di discesa. Quasi impossibile andare a riprendere il belga.

16.46: Gilbert guadagna terreno, dietro si guardano. Il belga si avvia a vincere la sua seconda tappa in questo Giro.

16.40: Contador sta sfruttando al massimo l’aiuto di Villella e Hesjedal. La maglia rosa continua a guadagnare sui diretti inseguitori della classifica generale. Sta calando il sipario sul Giro. Davanti Gilbert è rientrato sul quartetto di testa ed è scattato al contrattacco!

16.36: attenzione! Gilbert, Busato, Nocentini e Chavanel stanno guadagnando terreno su  Bongiorno, Monard, De la Cruz e Siutsou e potrebbero rientrare! Dietro Contador e Hesjedal hanno 1’45” su Aru e Landa. 20 km all’arrivo.

16.34: iniziata la lunga discesa che si concluderà a 6 km dall’arrivo. Poi un tratto pianeggiante fino a Verbania.

16.32: Contador e Hesjedal hanno incontrato sulla loro strada Villella, fuggitivo della prima ora e compagno di squadra del canadese. Il giovane azzurro si è messo a disposizione del capitano.

16.30: stazionaria il margine di Contador e Hesjedal sul gruppo Landa, 1’30”.

16.26: 1’35” il vantaggio di Contador sul gruppo di Aru e Landa. Davanti si ricompattano Bongiorno, Monard, De la Cruz e Siutsou.

16.25: procedono di comune accordo Contador e Hesjedal.

16.20: Contador ha 1’07” di vantaggio su Aru, Landa, Amador, Caruso e Trofimov.

16.20: stoccata di Bongiorno nel quartetto di testa! Ne fa le spese Siutsou, che perde terreno.

16.18: ora Contador aspetta Hesjedal: sa che il canadese potrebbe rivelarsi un ottimo alleato. I due transitano ora al GPM a 7’40 dai battistrada.

16.17: alle spalle di Contador c’è il canadese Hesjedal che potrebbe rientrare in discesa.

16.14: aiutato da Kangert, Aru rientra sul gruppo di Amador e Landa!

16.12: intanto Visconti (Movistar) sta facendo il ritmo per il compagno di squadra Amador. L’obiettivo è guadagnare più possibile su Aru. Il quartetto di testa ha superato il GPM, ma ora dopo una breve discesa si salirà ancora per 2 km (duri) verso Piancavallo.

16.11: salto di catena per Contador, prontamente ripartito!

16.09: riassunto. Monard, Siutsou, De La Cruz e Bongiorno si giocano la vittoria. Contador è solo a 7’55” dal quartetto di testa. A poco meno di un minuto dallo spagnolo il gruppo Landa con Amador, Damiano Caruso e Trofimov. Aru a 100 metri da questo gruppetto.

16.08: Aru fatica a mantenere contatto con il gruppetto di cui fanno parte Landa e Amador. Davvero un calvario questo Giro per il sardo.

16.06: Contador indiavolato! E’ tornato quasi a un minuto il suo vantaggio su Landa e Aru.

16.01: Landa rientra sul gruppo Aru, a 50″ da Contador.

15.59: Monard, Siutsou, De La Cruz e Bongiorno staccano i compagni di fuga. Contador sta dando tutto, ora Landa sembra fare più fatica.

15.58: Landa va fortissimo in salita e recupera! 1’09” di ritardo da Contador!

15.56: il francese Chavanel ritorna nel gruppo di testa dei fuggitivi.

15.54: Aru ancora in grande difficoltà.

15.52: dietro Landa è rimasto senza compagni di squadra. Deve provare a recuperare da solo, ma ha già 1’40” da Contador!

15.49: Contador ha fatto il vuoto! Sempre in piedi sui pedali, sta già guadagnando tantissimo!

15.48: scatta Contador! Aru non risponde!

15.46: Siutsou, Nocentini, Bongiorno, Monard, De La Cruz: restano in 5 nel gruppo che si gioca la tappa. Iniziato ora il Monte Ologno per il gruppo, che viaggia a 9’27” dai fuggitivi. Contador e la Tinkoff a tutta!

15.44: recupera Landa, 20″ di ritardo dal gruppo maglia rosa.

15.42: nel gruppo maglia rosa tira a tutta la Tinkoff Saxo di Contador! L’iberico prova ad approfittare dell’imprevisto accaduto a Landa, distante già 40″!

15.41: problema meccanico per Landa Meana! Quattro compagni dell’Astana si fermano per attendere lo spagnolo.

15.40: davanti lo spagnolo De La Cruz fa il ritmo, seguito da Bongiorno. Si sgrana il gruppo dei fuggitivi.

15.39: brutta caduta nel gruppo maglia rosa. Tra i coinvolti Viviani e Puccio.

15.37: iniziata l’ascesa del Monte Ologno. 10 km al 9%. Si stacca subito l’americano Haga dal gruppo dei fuggitivi.

15.29: 50 km alla conclusione. Ci avviciniamo al Monte Ologno.

15.24: 55 km all’arrivo, sale a 12’43” il margine dei fuggitivi. La fuga dovrebbe andare in porto. Avremo dunque una tappa nella tappa sul Monte Ologno: si lotterà davanti per il successo parziale e dietro per la classifica.

15.00: oltre i 12′ ora il gap degli attaccanti.

14.45: il gruppo ha oltre 6′ di ritardo. La fuga potrebbe avere possibilità importanti di arrivare

14.17: ritiro per Damiano Cunego, vittima di una caduta una volta entrato in fuga

14.12: dopo la prima ora media di 49,700 km/h

14.02: dopo molte peripezie si sono avvantaggiati questi corridori: R. Nocentini (ALM), F. Bongiorno (BAR), P. Gilbert e A. Moinard (BMC), D. De La Cruz (EQS), S. Chavanel (IAM), R. Ferrari (LAM), D. Cunego (NIP), P. Weening (OGE), M. Busato (STH), D. Villella (TCG), C. Haga (TGA), M. Belkov (KAT) e K. Siutsou (SKY).

13.53: situazione che non si sblocca. In tanti vogliono vincere oggi e la fuga fatica a partire.

13.30: ancora non è partita la fuga

13.15: come lecito aspettarsi, fatica a prendere spazio la fuga. Gruppo spezzato in due tronconi

12.55: partiti i corridori

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Tag

Lascia un commento

Top