Giro d’Italia 2015, Contador: “Ho dato il massimo, ma non è finita. E’ la mia ultima Corsa Rosa

Alberto-Contador-comunicato-Rcs-libera-Del-Zennaro.jpg

Un colpo al cerchio ed uno al Giro d’Italia 2015. Alberto Contador allunga le mani sulla Corsa Rosa dopo la straripante prestazione nella cronometro di Valdobbiadene, conclusa con un secondo posto che gli riconsegna il primato e spegne forse definitivamente i sogni di gloria di Fabio Aru, scivolato ad oltre due minuti.

“E’ stata una giornata incredibile, ho un gran male alle gambe. Ho dato il massimo. Da questa mattina avevo visto che era cambiato il vento nella prima parte, sapevo che dovevo conquistare la generale e ho dato veramente tutto quello che avevo per fare il tempo migliore possibile – spiega El Pistolero –  Ora ho un buon vantaggio, soprattutto dopo la caduta di ieri, ma non voglio pensare a questo. C’è ancora tanto Giro d’Italia”

Lo spagnolo, poi, ritorna davanti ai microfoni: “A causa della caduta di ieri non ho potuto vedere il percorso, ho fatto una ricognizione in macchina e l’ho vista in video. Per me è stata un’ottima giornata, ma devo recuperare perché stanno per esplodermi le gambe! Sul traguardo di ieri, dopo esser caduto, mi sentivo male e volevo solo tornare in bicicletta per dimostrare quello che so fare. La Maglia Rosa è speciale, sarà il mio ultimo Giro d’Italia – annuncia e conclude Contador – e voglio dare il massimo”.

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@oasport.it

Foto: Pagina Facebook Giro d’Italia

Lascia un commento

Top