Giro d’Italia 2015, 10ma tappa: Civitanova Marche-Forlì per velocisti

tappa_dettagli_tecnici_altimetria_101-800x6621.jpg

Si torna in corsa, dopo il giorno di riposo, per la decima tappa del Giro d’Italia 2015. Passate le difficili frazioni di Campitello Matese e San Giorgio del Sannio, i corridori si ritroveranno davanti 200km tra i più facili dell’intera Corsa Rosa.

Partenza da Civitanova Marche, provincia di Macerata, per arrivare 200 chilometri dopo in Emilia Romagna, a Forlì. Pochissime, quasi nulle, le difficoltà altimetriche: unico GPM quello di Monte di Bartolo, di quarta categoria, a più di 90 km dal traguardo. Da segnalare i due traguardi intermedi, situati nell’ultima parte di gara.

Scontata la volata, da considerare solo l’incognita meteo: moltissimi saranno i chilometri trascorsi sulla costa adriatica, quindi il vento potrà spirare davvero in modo importante, creando, se le squadre dei protagonisti volessero, dei ventagli.

Nona volta che il Giro arriva a Forlì: nelle più recenti, 2008 e 2009, a trionfare furono Daniele Bennati in volata e il belga Serge Pauwels dopo una lunga fuga (la vittoria era di Bertagnolli, che fu squalificato per doping dopo qualche tempo).

Si rinnova la sfida tra le ruote veloci: i favoriti sono Elia Viviani e Andrè Greipel, che già hanno centrato un successo di tappa, ma tra gli outsider che possono candidarsi per la vittoria ci sono anche Moreno Hofland, Giacomo Nizzolo, Matteo Pelucchi e Sasha Modolo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top