Ginnastica, Coppa del Mondo – Qualificazioni a Varna: Steingruber a metà, eterna Chusovitina. Domani le Finali in DIRETTA su OA

Steingruber-Kharenkova-Downie-podio-Europei-2015-ginnastica.jpg

A Varna (Bulgaria) si sono svolte le qualificazioni della quinta tappa di Coppa del Mondo di ginnastica artistica. Domani, sabato 9 maggio, si disputeranno tutte le Finali di Specialità: dalle 11.20 DIRETTA STREAMING su Olimpiazzurra per la prima parte. Poi ci concentreremo sulla Finale di Serie A italiana e trasmetteremo la seconda parte in settimana.

 

Oksana Chusovitina guarda tutti dall’alto verso il basso. Al suo volteggio, quando manca poco più di un mese al traguardo dei 40 anni, l’uzbeka si scatena e vola a 14.600. Giulia Steingruber, ex Campionessa d’Europa di specialità e fresca Reginetta all-around, ha presentato due salti semplicissimi (due 5.0) e si è così fermata a 14.000: in Finale vedremo ben altro. Davanti alla svizzera si piazza così la slovena Teja Belak (14.084). All’atto conclusivo parteciperanno anche la panamense Isabella Amado Medrano (13.634), la slovena Tjasa Kysselef (13.384), l’uzbeka Dinoza Abdusalimova (13.362), la svizzera Jessica Diacci (13.333), la turca Tutya Yilmaz (13.100).

 

Alle parallele asimmetriche Youna Dufournet è sempre capace di tirare fuori il coniglio dal cilindro. L’icona dell’artistica francese, nonostante un errore, è al comando con 14.100 (6.2) davanti a Giulia Steingruber (13.800) che in certi contesti riesce a dire la sua anche sugli staggi. Terzo posto per Oksana Chusovitina (13.333), poi dietro il vuoto e un ingresso in Finale garantito con modestissimi 12.2. All’atto conclusivo accedono così la nordcoreana Yong Mi Kang (12.800), l’austriaca Lisa Ecker (12.667), la bulgara Valentina Rashkova (12.533), l’uzbeka Elena Rega (12.367), la turca Demet Mutlu (12.267).

 

Giulia Steingruber, Campionessa d’Europa all-around e bronzo continentale al corpo libero, ha scelto di non esibirsi al quadrato. Spazio libero così alla connazionale Ilaria Kaeslin (13.700), che precede nettamente la turca Tutya Yilmaz (13.250), la vietnamita Thi Ha Thanh Phan (13.250), la venezuelanza Katriel De Sousa (13.200), la peruviana Mariana Chiarella Avalos (13.100), l’austriaca Lisa Ecker (12.950), la panamense Isabella Amado Medrano (12.850) e l’altra svizzera Jessica Diacci (12.850).

 

Alla trave comanda una svizzera, ma non è Giulia Steingruber che ha passato. Si tratta di Ilaria Kaeslin (13.850) che ingaggerà sicuramente una bella battaglia con la vietnamita Thi Ha Thanh Phjan (13.6750), con la nordcoreana Un Hyang Kim (13.700) e con l’uzbeka Oksana Chusovitina (13.700). In Finale anche la panamense Isabella Amado Medrano (13.450), l’austriaca Lisa Ecker (13.450), la turca Tutya Yilmaz (13.100) e la bulgara Ralitsa Mileva (12.950).

 

Al corpo libero il cileno Enrique Sepulveda non vuole più fermarsi dopo la vittoria di San Paolo dove ha sconfitto l’ex Campione del Mondo Hypolito. Questa volta si ferma a 15.450 (7.0), rifilando mezzo punto di distacco allo sloveno Ziga Silc (14.950). In Finale anche l’israealiano Artem Dolgopyat (14.750), il turco Ferhat Arican (14.650), il croato Tomislav Markovic (14.650), l’azero Oleg Stepko (14.550), il lettone Vitalijs Kardasovs (14.250), il britannico James Hall (14.350).

Al cavallo con maniglie meravigliosa performance del francese Cyril Tommasone che, grazie a un super 7.0 di difficoltà, schizza al comando (15.500). Alle sue spalle si profila una bella battaglia tra l’azero Oleg Stepko (14.800) e lo sloveno Saso Bertoncelj (14.800). In Finale anche il cipriota Marios Georgiu (14.550), il turco Ferhat Arican (14.300), il lettone Dmitrijs Trefilovs (14.200), il qatariota Ahmed Aldayani (14.200), l’israeliano Eyal Glazer (14.100).

Al volteggio maschile ci si aspettava tanto dal Campione del Mondo Se Gwang Ri. Il nordcoreano commette invece degli errori e si ferma al quarto posto (14.350). Al comando il bielorusso Pavel Bulauski (14.975) davanti al vietnamita Thanh Tung Le (14.650) e al turco Ferhat Arican (14.350). In Finale anche l’azero Oleg Stepko (14.275), il vietnamita Nam Dang (14.125), il turco Ahmet Onder (13.900) e l’israeliano Andrey Medvedev (13.800).

Anelli. In Finale: il francese Danny Pinheiro Rodrigues (14.800), il kazako Azizbek Kudratullayev (14.650), il vietnamita Nam Dang (14.650), l’azero Oleg Stepko (14.600), l’argentino Federico Molinari (14.450), il cipriota Irodotos Georgallas (14.300), il venezuelano Regulo Carmona (14.300), il turco Ibrahim Colak (14.250).

Parallele pari. In Finale: l’azero Oleg Stepko (15.300), il turco Ferhat Arican (15.150), il bielorusso Vasili Mikhalitsyn (14.950), il britannico Ashley Watson (14.950), il cipriota Marios Georgiou (14.600), il turco Ahmet Onder (14.600), il francese Julien Gobaux (14.400), il nordcoreano Jong Hyok Han (14.400).

Sbarra. In Finale: il britannico Ashley Watson (14.850), l’argentino Nicolas Cordoba (14.600), l’azero Oleg Stepko (14.550), il bulgaro Aleksandar Batinkov (14.450), il turco Ahmet Onder (14.300), l’azero Petro Pakhnyuk (14.250), il britannico James Hall (14.050), il nordcoreano Jong Hyok Han (13.900).

Lascia un commento

Top