Ginnastica, Coppa del Mondo – Esagerata Chunsong: 15.4, prima al Mondo! Vittoria Saraiva, Souza che bello rivederti

Podio-COppa-del-Mondo.jpg

A San Paolo (Brasile) si è conclusa la quarta tappa della Coppa del Mondo 2015 di ginnastica artistica, riservata alle singole specialità.

 

Shang Chunsong è davvero magica e ci regala il numero che abbiamo atteso per tutto il weekend. La cinese, dopo essersi imposta alle parallele con un over 15.000 di eccellente fattura, si scatena sulla trave volando addirittura a 15.400: è la miglior prestazione mondiale stagionale. Il membro della squadra d’argento agli ultimi Mondiali è perfetta in termini di esecuzione e le difficoltà sono sbalorditive (6.5).

Che brava però Flavia Saraiva alle sue spalle! La giovanissima brasiliana si prende una fantastica medaglia d’argento con un risultato che farebbe gola a moltissime veterane. Per lei, freschissima seniores dopo i successi delle Olimpiadi Giovanili, arriva un graditissimo 15.100. Completa il podio la tedesca Sophie Scheder (14.000).

 

Al corpo libero Flavia Saraiva manda in visibilio il pubblico locale! Difficoltà limpidissime, anche se sbavate in esecuzione e con un’uscita importante di pedana, ma vittoria meritata con 13.625 punti: work in progress per migliorarsi ulteriormente ed essere pronta alle Olimpiadi casalinghe. Prima vittoria da senior, che fa il paio con l’argento sui 10cm, davanti alle tedesche Elisabeth Seitz (13.400, altra bella medaglia al rientro dall’infortunio) e Leah Griesser (13.325).

 

Nessuno può fermare Arthur Nabarrete Zanetti agli anelli. Il Campione Olimpico si impone con un perentorio 15.900, davanti al connazionale Henrique Medina Flores (15.100) e all’argentino Federico Molinari (15.000).

Al corpo libero il sorprendente cileno Enrique Sepulveda sconfigge nuovamente il superfavorito Diego Hypolito. L’ex Campione del Mondo si deve inchinare al cospetto dell’outsider, come già accaduto in qualifica: 15.625 a 15.550. Completa il podio il tedesco Mathias Fahrig (15.475). Prima medaglia d’oro nella storia della ginnastica artistica per il Cile, dopo il bronzo conquistato ieri dalla Santi al volteggio.

Al cavallo con maniglie vittoria per il cinese Ruoteng Xiao (15.075) davanti al connazionale Hongtao Zhang che, dopo il 15.800 della qualifica, si ferma a 14.900 a causa di un errore prima dell’uscita. Completa il podio il tedesco Andreas Toba (14.400).

 

In realtà il momento clou è arrivato a fine giornata, quando si è rivista in pedana Lais Souza, la ginnasta che un anno fa era in fin di vita dopo un bruttissimo incidente sulle nevi durante la preparazione alle Olimpiadi invernali L’olimpica e mondiale era in carrozzina, sempre immobile, ma sorridente e cosciente. Davvero un miracolo, viste le pessime condizioni in cui versava a inizio 2014. Forza!

Lascia un commento

Top