F1, GP Spagna 2015: la compattezza del team Ferrari, arma vincente contro Mercedes

Arrivabene-Ferrari-Colombo-come-fonte.jpg

Siamo ormai prossimi al primo appuntamento europeo della stagione del Mondiali di F1 2015, sul tracciato del Montemelo (Barcellona) e le aspettative in Casa Ferrari sono importanti. Per il round in terra catalana, infatti, sono attesi diversi aggiornamenti per la SF15-T specifici per la pista spagnola e in grado di dare un maggior supporto ai due piloti, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Gli updates dovrebbero riguardare tutte le aree della monoposto, in particolare, l’avantreno che è stato, al momento, il punto debole della Rossa, nel confronto diretto con la Mercedes. Il tracciato di Barcellona sarà un test selettivo per via delle sue caratteristiche particolari: curve di medio/alto carico, lunghi rettilinei e frenate decise. Tutti fattori che attestano la bontà di una macchina e del proprio development.

Di sicuro, un aspetto da considerare, interno alla scuderia di Maranello, è il clima sereno che sia i piloti che il Team Principal Maurizio Arrivabene danno a vedere. Le dichiarazioni odierne di Raikkonen, rilasciate alla CNN in avvicinamento alla gara iberica, sono “al miele” nei confronti dell’attuale gestione sportiva e della competizione “costruttiva” con Vettel: “Proviamo a battere l’uno l’altro, ma – chiarisce il finlandese è una lotta piacevole e in amicizia, il che è grandioso per il team: l’atmosfera all’interno è ottima. Vettel è un ragazzo normale e con il quale è facile lavorare, non c’è politica in mezzo, se qualcosa va storto, possiamo discuterne apertamente e risolverla”. In merito ad Arrivabene il finnico confessa: ”Mi piace come gestisce le cose, che sia un sì o un no hai sempre una risposta, non c’è niente in mezzo. E’ un gran lavoratore e molto leale, se qualcosa non va te lo dice. Il clima all’interno del team è ottimo, stiamo provando a portare la Ferrari in una posizione vincente a ogni week end”.

Una gara che tuttavia potrebbe essere buona anche per le attuali qualità della Ferrari. L’asfalto di Montmelo è assai abrasivo ed aggressivo sulle gomme e ciò obbligherà molti team a fare più soste e diversificare la strategia. Uno dei punti forti della Rossa è stato, invece, proprio quello di “salvare” gli pneumatici, fare meno pit-stop degli altri e guadagnare posizioni rispetto alla concorrenza. Come chiarito da Iñaki Rueda, responsabile delle strategie di Maranello: “Il Montmelo è una pista tradizionalmente molto dura per l’usura e il degrado degli pneumatici: non a caso negli ultimi anni, abbiamo visto aumentare di parecchio il numero dei pit-stop. Bisogna considerare, però, che la necessità di effettuare più soste offre anche una buona opportunità di guadagnare posizioni: su un circuito in cui è difficile sorpassare, bisogna saper ‘giocare’ con i cambi gomme anche per poter sopravanzare gli avversari”. (stralcio dichiarazioni di ansa.it).

Un altro elemento curioso ma nello stesso tempo da tenere in considerazione sono i cambiamenti che apporterà la Mclaren per il week-end catalano. La MP4-30 si presenterà aggiornata nella power-unit , con un incremento dei cavalli in grado di supportare Fernando Alonso e Jenson Button nella guida oltre che una potenza sul dritto maggiore. Al di là degli aspetti tecnici, il team di Woking si presenterà con la livrea della vettura rinnovata e decisamente più apprezzabile sul piano dell’aspetto meramente estetico.

mclaren-nuova-livrea-2015

 

Non ci resta che aspettare quali saranno gli esiti di tutti questi aggiornamenti, tenendo sempre ben presente che Lewis Hamilton e la Mercedes partiranno, come sempre, con il ruolo di favoriti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: Ferrari/Colombo

Twitter: @Giandomatrix

Tag

Lascia un commento

Top