Equitazione: prima vittoria per Diniz nel Global Champions Tour

Equitazione-Luciana-Diniz-pagina-Facebook.jpg

Alla decima stagione di militanza nel Global Champions Tour e dopo tanti podi (tre solamente lo scorso anno), la portoghese Luciana Diniz è riuscita finalmente a cogliere il suo primo successo di tappa quest’oggi a Madrid. L’amazzone quarantaquattrenne è stata l’unica a realizzare un doppio percorso netto sul campo di gara spagnolo, chiudendo con un crono di 60″24 in sella a Winningmood. In seconda posizione si è classificato il veterano francese Philippe Rozier su Rahotep de Toscane (1 / 62″32), mentre il pubblico di casa ha potuto festeggiare la terza piazza di Manuel Fernández Soro ed Enriques Of The Lowlands (2 / 62″04).

Vincitore delle ultime due edizioni del GCT, il britannico Scott Brash ha chiuso quest’oggi in quarta posizione con Hello Sanctos (4 / 52″94). Questo risultato, però, gli ha permesso di tornare al comando della classifica generale proprio davanti a Luciana Diniz. Entrambi scavalcano così il qatarino Bassem Hassan Mohammed, oramai terzo.

CLASSIFICA GLOBAL CHAMPIONS TOUR 2015
1 Scott Brash GBR 73
2 Luciana Diniz POR 69
3 Bassem Hassan Mohammed QAT 66
4 Hans-Dieter Dreher GER 59
5 Laura Kraut USA 58
6 Éric Lamaze CAN 56
7 Roger-Yves Bost FRA 52
8 Kent Farrington USA 52
9 Pius Schwizer SUI 51
10 Jane Richard Philips SUI 44
10 Henrik von Eckermann SWE 44

In precedenza, una prova contro il tempo aveva visto il successo del belga Constant van Paesschen su Citizenguard Taalex (66″99), con Rozier che si era classificato ancora secondo con Unpulsion de la Hart (67″29). Il podio della gara è stato completato dalla statunitense Lauren Hough su Royalty Des Isles (68″52). In questa prova, l’azzurro Emanuele Bianchi ha ottenuto il suo miglior risultato del week-end, terminando decimo con Zycalin W (72″83).

Nella giornata di ieri, il britannico Ben Maher aveva aperto il week-end madrileno andando a vincere una prova contro il tempo in due fasi su Contigo 37 (35″13). Alle sue spalle hanno chiuso il connazionale John Whitaker su Argento (35″55) ed il tedesco Marcus Ehning su Cristy (36″07).

Sempre ieri, l’altra prova contro il tempo aveva premiato l’irlandese Bertram Allen su Quiet Easy 4 (68″83) davanti allo svizzero Pius Schwizer su Newton du Haut Bois (71″92) ed al tedesco Ludger Beerbaum su Chiara 222 (74″39).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Luciana Diniz (pagina Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top