Equitazione: Bost vince il Grand Prix di Madrid

Equtazione-Roger-Yves-Bost.jpg

Il CSI cinque stelle di Madrid si è concluso quest’oggi con il Grand Prix che ha regalato la vittoria la francese Roger-Yves Bost. Il cavaliere quarantanovenne, campione europeo in carica, ha chiuso questa prova contro il tempo in due round con un crono di 51″45 e senza commettere errori, classificandosi così al primo posto in compagnia di Qoud’Coeur de la Loge. In seconda posizione ha concluso il belga Constant van Paesschen su Citizenguard Taalex (52″18), mentre il podio è stato completato dall’amazzone australiana Edwina Tops-Alexander su Heidi du Ruisseau Z (52″35).

Sempre nel concorso spagnolo, l’irlandese Darragh Kenny su Belle Rock si è aggiudicato la prova di velocità (73″34), precedendo in classifica il tedesco Christian Ahlmann su Caruso (73″52) ed il britannico Ben Maher su Contigo 37 (73″53). Buona la prestazione di Emanuele Bianchi, che ha centrato il decimo posto con Zycalin W (79″51).

A Lummen, si è invece concluso il CSIO cinque stelle con il Grand Prix composto da due round con jump-off ed ostacoli ad 1.60 metri. Il padrone di casa Jérôme Guéry su Papillon Z ha conquistato il primo posto con un round decisivo concluso in 43″27, battendo così l’olandese Harrie Smolders su Emerald (43″38) ed il connazionale Niels Bruynseels su Pommeau du Heup (45″06). I tre sono stati gli unici a non commettere errori nei tre percorsi disputati. Il miglior azzurro è stato invece Lorenzo De Luca, undicesimo in sella a Gangster de Longchamps (4 / 76″74 al primo round).

La finale del CSI due stelle di Lummen ha visto un podio completamente monopolizzato dai binomi belgi: la vittoria è andata a Sven van Dijck su Vici R (46″12), mentre in seconda e terza posizione si sono classificati rispettivamente Jelle Limbourg su Ultime du Marcq (46″41) e Gudrun Patteet su Sea Coast Hadise (47″04). Luca Maria Moneta e Jesus de la Commune si sono qualificati al jump-off, ma sono poi stati costretti al ritiro, chiudendo così in nona piazza.

Restando in Belgio, a Lier si è concluso il CSIO giovanile che nell’ultima giornata ha visto il successo della non ancora quattordicenne Melissa Ambrosetti su Donathilla nel Grand Prix Children (35″84) davanti al belga Thibault Philippaerts su Cristallina VH Janshof Z (36″74) ed all’altro azzurrino Giacomo Casadei su Internet (37″14).

Infine, Jerry Smit e Washington hanno ottenuto un nono posto al CSI2*-W di Pechino, chiudendo senza errori in 82″32. La vittoria è andata all britannico Simon Buckler su Exillo (70″85) davanti ai cinesi Zhao Zhiven su Boiero (76″94) e Han John Zhuangzhuang su VDL Groep Credence Z (78″38).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top