Calcio – Serie A, 36esima giornata: un sabato vibrante

142675-400-629-1-100-83_serie-a-tim-logo4.jpg

Tre giornate alla fine della Serie A 2014-2015. Juventus già campione, Atalanta a un punto dalla salvezza che condannerebbe in B un Cagliari ormai comunque spacciato: i verdetti principali, dunque, ci sono al 90%. Restano perciò da definire le posizioni per la Champions e l’Europa League e tutto si deciderà in volata.

Il sabato del 36esimo turno di campionato, tuttavia, garantirà qualche certezza in più. A partire dal derby d’Italia delle 18, Inter-Juventus, match paradossale con i bianconeri in estasi dopo il pareggio di Madrid che è valso il biglietto per la finale di Berlino e i nerazzurri in piena rincorsa sesto posto. I punti di distacco dalla Sampdoria sono due (ma c’è in mezzo un Genoa in stato di grazia) e la squadra di Roberto Mancini può approfittare dell’assenza di motivazioni della Vecchia Signora e della sfida tra i blucerchiati e la Lazio delle 20.45 per tentare il sorpasso.

Domenica alle 12.30 spazio a Sassuolo-Milan: gli emiliani, ottenuta la salvezza, hanno tirato i remi in barca, mentre i rossoneri hanno evitato il quarto ko consecutivo battendo 2-1 la Roma settimana scorsa. Il pomeriggio dovrebbe garantire partite giocate a viso aperto senza più alcun pericolo di classifica: Torino-Chievo, Atalanta-Genoa, Cagliari-Palermo e Verona-Empoli certificheranno con tutta probabilità la terza e ultima retrocessione di questa stagione con poco altro in palio. Alle 20.45 la Roma seconda ospiterà l’Udinese per confermare la posizione che vorrebbe dire Champions diretta dagli assalti dei cugini (con il derby di domenica prossima sullo sfondo) e del Napoli, impegnato lunedì alle 21 contro il Cesena. In campo nel monday night anche Fiorentina-Parma.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Tag

Lascia un commento

Top