Calcio, Champions League: Real Madrid-Juventus 1-1, le pagelle dei bianconeri

calcio-gigi-buffon-juventus-fb-gianluigi-buffon.jpg

Finale! Primo tempo in apnea, gol con l’unico tiro in porta e forcing finale del Real Madrid respinto senza grossi patemi e un Buffon formato gigante. La Juventus pareggia 1-1 nella semifinale di ritorno di Champions League e vola a Berlino. Le pagelle dei bianconeri.

Buffon, 7: tiene in piedi la Juventus nel momento peggiore della partita. A distanza di 12 anni avrà una nuova occasione per conquistare uno dei pochi trofei che gli manca.

Lichtsteiner, 6.5: fatica a contenere Marcelo, ma quando ha campo libero si distende.

Bonucci, 7: muro invalicabile, di testa le prende tutte.

Chiellini, 6: grande ingenuità quando atterra Ronaldo in area regalando il rigore al Real. Poi si riscatta nella ripresa.

Evra, 6.5: come settimana scorsa mette a disposizione della squadra tutta la sua esperienza. Acquisto fondamentale.

Marchisio, 7: grande corsa, sfiora il palo con un rasoterra da fuori di destro e soprattutto ha sui piedi il pallone dell’1-2. Ma Casillas si supera.

Pirlo, 5.5: rischia qualcosa di troppo nel primo tempo e, come all’andata, si limita al compitino. Dal 79′ Barzagli, 6: si piazza al centro della difesa e alza la saracinesca.

Pogba, 6: qualche numero in avvio di gara, poi si eclissa. Non è ancora al top della forma e si vede, ma la sua presenza dà comunque morale. Nel finale si divora il raddoppio. Dall’89’ Pereyra, sv.

Vidal, 6.5: solito lottatore, si vede poco ma corre per tre. Lavoro fondamentale a centrocampo.

Morata, 7: sulla finale bianconera c’è la firma indelebile di un 22enne comprato in estate tra lo scetticismo generale che – come Trezeguet ai tempi d’oro – trasforma in gol i pochi palloni che tocca durante i novanta minuti. Dall’84’ Llorente, sv.

Tevez, 5.5: si mette a servizio dei compagni e praticamente non tira mai in porta. Avrà altre occasioni: appuntamento al 6 giugno per diventare leggenda.

All. Allegri, 6.5: nel primo tempo la squadra è oltremodo timorosa e rischia più volte il tracollo. Il toscano è bravo a mantenere organizzati i suoi sfruttando il vantaggio dell’andata: nella ripresa basta un gol per volare a Berlino.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina ufficiale Facebook Gianluigi Buffon

Lascia un commento

Top