Beach volley, World Tour 2015 Mosca. Italia, avanti tutta! Due coppie agli ottavi, una ai sedicesimi

orsi-toth-28.5.2015.jpg

Dopo una mattinata in chiaroscuro, arriva un pomeriggio pressoché trionfale dove anche le sconfitte si trasformano in successi per l’Italia del beach volley impegnata nel Grand Slam di Mosca. Due coppie già negli ottavi di finale e una ai sedicesimi, in attesa di Ranghieri e Carambula, in campo fra qualche minuto. E’ questo il verdetto di una giornata ricca di emozioni e piena di azzurro.

In campo femminile all’ora di pranzo era arrivata la prima sconfitta stagionale per Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth che, pur lottando alla pari, si sono arrese con il punteggio di 2-0 (21-19, 21-18) alle brasiliane Agatha/Seixas. Stavolta, però, la dea bendata ha allungato una mano alle azzurre a cui, nei sedicesimi di finale, sono capitate le statunitensi Walsh/Ross che, dopo aver vinto il match d’esordio (che è valso la qualificazione ai sedicesimi), si sono ritirate per l’infortunio alla spalla di cui è stata vittima Kerri Walsh. Niente di grave pare, almeno dalle dichiarazioni di April Ross, però il Mondiale tra un mese ha spinto la statunitense al ritiro. Menegatti/Orsi Toth, dunque, a meno di sorprese dell’ultima ora (inimmaginabili) sono già agli ottavi dove affronteranno domani alle 11.30 le australiane Bawden/Clancy, coppia solida ma non certo imbattibile e in caso di vittoria anche l’eventuale quarto di finale (vincente di Laboureur/Sude contro vincente di Dubovcova/Nestarcova-Kolosinska/Brzostek) non appare impossibile. Insomma l’occasione è ghiotta per un avvio di stagione con il piede giusto per le azzurre che sono già nella top ten con un buon bottino di punti in tasca.

In campo maschile arriva la vittoria più prestigiosa a sancire che Paolo Nicolai e Daniele Lupo sono tornati ai livelli che competono loro. La coppia azzurra concede il tris battendo 2-1 (13-21, 22-20, 15-9) con la solita rimonta e la solita capacità di dare il massimo nelle situazioni difficili i brasiliani Evandro/Pedro, numero 10 del tabellone e numero 3 del Brasile. Nicolai/Lupo volano così al terzo turno e si assicurano almeno il nono posto finale.

Avanzano anche Paolo e Matteo Ingrosso che ritrovano lo smalto della scorsa settimana e delle qualificazioni, dopo due sconfitte consecutive, battendo 2-0 (21-15, 21-17) i pericolosi fratelli cileni Grimalt/Grimalt. Per gli azzurri domattina ci sarà l’impegno dei sedicesimi di finale. Alle 18.40 Ranghieri e Carambula cercheranno di regalare all’Italia l’en plein contro i temibili francesi Krou/Rowlandson.

Lascia un commento

Top