Basket Serie A, Playoff 2015: sarà una doppia gara 5, chi andrà in semifinale?

basket-reggio-emilia-fb-pallacanestro-reggiana1.jpg

Domani sera conosceremo le due squadre che raggiungeranno Milano e Sassari nelle semifinali playoff. Una doppia gara 5 arrivata grazie alle vittorie di Cantù e Reggio Emilia, che sono riuscite a pareggiare la serie battendo rispettivamente Venezia e Brindisi.

L’Acqua Vitasnella si presentava davanti al proprio pubblico con l’obbligo di vincere entrambe le partite per restare in vita e per tornare a Venezia a giocarsi la bella. Missione compiuta dai ragazzi di coach Sacripanti che in questi due match sono stati superiori sia sul piano del gioco sia su quello della condizione fisica. Proprio quest’ultimo punto deve preoccupare maggiormente Venezia, che soprattutto in gara 4 è apparsa un po’ stanca. Ieri l’Umana ha pagato carissimo la serata da zero punti di Aradori e Viggiano e senza i loro canestri vincere diventa quasi impossibile, mentre Cantù ha trovato un Awudu Abass semplicemente stellare, che ha messo a referto 19 punti. Il capitano canturino è partito nuovamente in quintetto e ha ripagato pienamente la fiducia di Sacripanti.
Adesso si ritorna al Taliercio ed in stagione ha sempre vinto Venezia e l’Umana questa partita deve vincerla, per dimostrare di aver fatto definitivamente il salto di qualità e per evitare l’ennesima delusione degli ultimi anni, dove si è speso molto ma raccolto pochissimo. Cantù dall’altra parte ha l’entusiasmo degli Abass, ma anche l’esperienza di un Metta World Peace, che ha giocato gara 7 delle Finals Nba e quindi non sentirà assolutamente la pressione nel match di domani sera.

Reggio Emilia è ancora viva, mentre Brindisi, forse, spreca una clamorosa occasione di raggiungere la prima semifinale della sua storia. Non è stata l’Enel delle prime tre partite, forse bloccata dall’emozione e dalla tensione della gara, mentre la Grissin Bon si è affidata all’esperienza dei suoi campioni ed è riuscita a ribaltare nuovamente il fattore campo. Campioni come Rimantas Kaukenas, autore ieri di sedici punti, dieci dei quali nel solo terzo quarto quando si è deciso l’incontro.
Nel finale decisive sono state le giocate di Achille Polonara e in questa serie si è avuta la definitiva consacrazione dell’ex Varese, non solo grande talento, ma anche uomo squadra e leader quando il pallone cominciare a pesare il doppio ed ogni punto è vitale.
Brindisi ora ha bisogno di una seconda impresa per espugnare nuovamente il PalaBigi, dove Reggio ha perso solo due volte in stagione, alla prima giornata con Cremona e poi appunto in gara 2. La Grissin Bon è favorita e sembra essersi ritrovata proprio nel momento più importante della stagione e forse la vittoria di ieri sera può essere quella molla che riporta Reggio verso la strada addirittura della finale Scudetto, obiettivo di Cinciarini e compagni.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto da pagina FB della Pallacanestro Cantù

Lascia un commento

Top