Baku 2015, Giochi Europei: le speranze di medaglia dell’Italia

Baku-2015-Giochi-Europei.png

E’ stata resa nota la lista dei convocati dell’Italia per i Giochi europei di Baku 2015. Quantitativamente e qualitativamente, si comprende come il Coni tenga particolarmente a fare bella figura nelle prime Olimpiadi della storia riservate al Vecchio Continente. In alcuni sport schiereremo il top assoluto. Sono davvero tante le chance di medaglia. Analizziamole nel dettaglio. Vi ricordiamo inoltre, fin da ora, che OA seguirà l’evento (dal 12 al 28 giugno) con una copertura globale, con annesse dirette live giornaliere minuto per minuto.

Badminton: obiettivo realistico, superare più turni possibili per gli azzurri. Numero di medaglie possibili: 0. 

Canoa velocità: l’Italia schiererà i migliori atleti a sua disposizione, ma lo stesso discorso vale anche per le nazionali straniere. Difficile, dunque, puntare ad un podio, anche se ci proveranno Sergiu Craciun (C1 1000 metri), Rizza-Florio (K2 200 metri) e Giulio Dressino (K1 1000 metri). La speranza di medaglia più concreta potrebbe rivelarsi quella del K1 5000 metri femminile, specialità dove Irene Burgo è vice-campionessa d’Europa in carica. Numero di medaglie possibili: 1.

Ciclismo su strada: l’Italia fa sul serio. Nella cronometro maschile, pur mancando la punta Adriano Malori, Dario Cataldo e Manuele Boaro potrebbero puntare alle prime posizioni. Stesso discorso per le prove in linea maschili e femminili, dove potremo contare su corridori veloci come Elia Viviani ed Elena Cecchini ed altri in grado di piazzare la stoccata decisiva come Filippo Pozzato e Rossella Ratto (nei prossimi giorni vi presenteremo il percorso azero). Numero di medaglie possibili: 2-3.

Mountain bike e bmx: out-sider di lusso nella mtb saranno Eva Lechner e Marco Aurelio Fontana, quest’ultimo in particolare atleta che si esalta nei grandi eventi. Nessuna chance, invece, nella bmx. Numero di medaglie possibili: 1.

Ginnastica: puntiamo quasi tutto sulla ritmica, in grado di ambire al podio (e alla vittoria) sia nel concorso generale sia nelle finali di specialità. Nell’artistica, Matteo Morandi a parte (out-sider agli anelli), schiereremo una formazione di seconde linee. Attenzione a possibili sorprese nell’aerobica, con l’Italia che di recente ha ben figurato in Coppa del Mondo. Numero di medaglie possibili: 3.

Judo: l’unico sport dove la competizione assegnerà anche il titolo europeo vero e proprio. L’Italia non sale sul podio agli Europei dal 2011, dunque anche una singola medaglia rappresenterebbe un passo in avanti rispetto al passato recente. Le carte da giocare non mancano, su tutte Odette Giuffrida, Edwige Gwend ed Antonio Ciano. Numero di medaglie possibili: 1-2

Karate: quattro alfieri presenti, ma tutti da medaglia. Luca Maresca e Nello Maestri si presentano da campioni d’Europa in carica. Numero di medaglie possibili: 3-4

Lotta: caliamo gli assi. Frank Chamizo, Daigoro Timoncini e Dalma Caneva inseguono una medaglia. Numero di medaglie possibili: 2-3.

Nuoto: uno degli sport che dovrebbe portarci maggiori medaglie. Ricordiamo che all’evento potranno partecipare solo atleti juniores. I tempi stagionali (clicca qui per prenderne visione) assegnano virtualmente 15 medaglie all’Italia (con 3 ori), ma il numero potrebbe anche salire, compreso quello dei metalli preziosi. Numero di medaglie possibili: da 15 a 20.

Nuoto sincronizzato: probabili tanti piazzamenti a ridosso del podio, ma nessun acuto. Numero di medaglie possibili: 0.

Tuffi: come per il nuoto, competizione riservata agli juniores. Ruslan Adriano Cristofori può stupire nel trampolino da 1 metro. Numero di medaglie possibili: 1.

Pallacanestro 3×3: parola d’ordine: evitare l’ultimo posto. Numero di medaglie possibili: 0.

Pallanuoto: anche qui competizione riservata agli juniores. Sia in campo maschile che femminile, l’Italia può contare su due squadre talentuose ed in grado di lottare per la top3. Numero di medaglie possibili: 2.

Pallavolo: sarà una nazionale B sia tra gli uomini sia tra le donne. Difficile sbilanciarsi in un pronostico, anche se alcune squadre, come la Germania, saranno al completo o quasi. Numero di medaglie possibili: 0-1.

Beach soccer: l’Italia non sarà tra le favorite di questa disciplina e dovrà superare un girone di ferro con Russia e Spagna. Per il podio serve un’impresa, non impossibile tuttavia in uno sport imprevedibile. Numero di medaglie possibili: 0-1.

Beach volley: l’Italia non schiererà le sue coppie di punta. Molto dipenderà dal valore degli avversari. Numero di medaglie possibili: 0-1.

Pugilato: altro sport che potrebbe rivelarsi fondamentale per il bottino finale. Il Bel Paese manderà in Azerbaijan i suoi pugili migliori. Vincenzo Mangiacapre e Valentino Manfredonia possono ambire al bersaglio grosso, ma anche Salvatore Cavallaro, Fabio Turchi e Guido Vianello possono sperare in una medaglia. Al completo anche la selezione femminile, con le punte Marzia Davide e Terry Gordini. Numero di medaglie possibili: 6-7.

Scherma: considerando che i Giochi Europei non assegneranno punti per il ranking olimpico di Rio 2016, l’Italia ha lasciato a riposo tutti i big, puntando sull’ossatura della squadra che ha fatto man bassa di medaglie agli Europei U23, con l’innesto di alcuni “fuori quota” come Alessio Foconi, Valentina Cipriani, Carolina Erba, Luigi Miracco, Massimiliano Murolo e Francesca Boscarelli. Nomi come Lorenzo Nista, Marco Fichera, Caterina Navarria e Brenda Briasco la dicono lunga sul potenziale dell’Italia. Possibile una messe di medaglie (si assegneranno i titoli di tutte le prove a squadre), anche se molto dipenderà dai convocati delle altre nazionali. Numero di medaglie possibili: 10-12

Taekwondo: quattro rappresentanti, con Roberto Botta, Leonardo Basile ed Erica Nicoli potenzialmente da podio. Numero di medaglie possibili: da 1 a 3.

Triathlon: lo staff tecnico ha deciso di concedere un’esperienza importante ai giovani, lasciando a riposo i titolari. Anche con i big, tuttavia, sarebbe stato pressoché impossibile agguantare un metallo prezioso. Numero di medaglie possibili: 0.

Tennistavolo: come per il badminton, l’obiettivo sarà avanzare il più possibile nel tabellone. Numero di medaglie possibili: 0.

Tiro a segno: Niccolò Campriani e Petra Zublasing, ovvero il meglio del meglio a livello italiano, ma anche internazionale nella carabina. Sarà un appuntamento importante anche per la pistola, dove si assegneranno ai vincitori i pass per Rio 2016 (e l’Italia è ancora a secco). Numero di medaglie possibili: da 2 a 5.

Tiro a volo: l’Italia cala i suoi migliori assi in tutte le armi, con Jessica Rossi e Deborah Gelisio a caccia dell’ultimo pass mancante per Rio 2016. Numero di medaglie possibili: da 3 a 5.

Tiro con l’arco: se a livello mondiale fatica, nei confini continentali l’Italia resta ancora una delle nazionali di riferimento. Mauro Nespoli nell’individuale potrebbe far bene, ma anche la squadra maschile. Più difficile il compito delle ragazze, mentre una sorpresa potrebbe giungere dal team misto. Numero di medaglie possibili: da 1 a 3.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top