Alberto Contador: “Impossibile vincere Giro e Tour? Io posso farcela”

10672368_10152853689750312_2426476250797880827_n.jpg

E’ l’uomo più atteso del prossimo Giro d’Italia che scatterà sabato da San Lorenzo al mare. Anche i book-makers indicano Alberto Contador (Saxo-Tinkoff) come l’indiscusso favorito della corsa rosa (clicca qui per le quote).

Al quotidiano spagnolo ‘As’, ‘El Pistolero’ ha rivelato di aver svolto una fruttuosa preparazione in altura al Teide: “Ho superato tantissimi metri di dislivello in salita, praticamente quelli che affronteremo al Giro, ma in due settimane anziché in tre. È stato un ritiro molto duro ma sono contento. Abbiamo lavorato sulla qualità e preparato al meglio il primo grande obiettivo dell’anno, cercando di migliorare ancora in ogni particolare, alimentazione compresa“.

Il fuoriclasse iberico individua nell’australiano Richie Porte (Sky) come l’avversario più pericoloso: “È molto motivato, sa di avere davanti a sé una grande opportunità e sarà un rivale difficile. Ma anche lui sa che al Giro il livello sarà molto diverso. La crono? Richie è pericoloso, ma arriverà alla quattordicesima tappa e sarà importante vedere quali saranno le condizioni di ciascuno. Comunque penso che Uran e Aru saranno al suo stesso livello“.

Contador ha poi espresso il suo punto di vista sul percorso: “All’inizio ci sono salite ma non tropo impegnative come Campitello, Abetone e anche Madonna di Campiglio dopo la crono. Lì potranno anche esserci sorprese, anche grazie agli abbuoni, ma il vero Giro comincerà solo con la crono. Nell’ultima settimana ci sarà spettacolo e bisognerà avere delle ottime gambe“.

Infine il sogno, neanche tanto nascosto, di centrare l’accoppiata Giro-Tour, riuscita l’ultima volta nel 1998 a Marco Pantani: “Il fatto che la gente la consideri quasi impossibile mi dà una grande motivazione. Sono fisicamente pronto per affrontare il Giro e mentalmente preparato per quello che verrà dopo il Giro“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top