Volley, SuperLega – Semifinali Scudetto: le pagelle. Ngapeth stellare, Birarelli granitico, Latina ci prova

SuperLega-Lanza.jpg

Ieri si sono disputate le gara1 delle semifinali playoff scudetto (clicca qui per cronaca, risultati e tabellone). Di seguito le nostre consuete pagelle per scoprire i migliori giocatori del weekend e i momenti più importanti del pomeriggio.

 

EARVIN NGAPETH: 10. Uno show autentico. È il francese il mattatore che permette a Modena di scacciare i fantasmi della rimonta completa di Latina e a portare il club a un passo dal ritorno in una Finale Scudetto. Sul 2-2, 10-9 lo schiacciatore si esalta e piazza le stoccate decisive che spezzano le reni ai laziali, spettacolari a portare la contesa al tie-break dopo essere stati sotto 2-0.

Ngapeth è magistrale autore di 30 punti, spettacolare nei primi due parziali dominati e concreto quando la squadra rischiava di affondare. 57% in attacco, 63% di ricezione positiva, 4 aces, 1 muro sono gli altri numeri di una serata da incorniciare: proprio come nella Finale di Coppa Italia, proprio come nelle gara2 dei quarti di finale, serve il suo zampino per mandare in visibilio il popolo dei canarini.

 

CUORE DI LATINA: 9. Sotto 2-0 nella fornace del PalaPanini, con una formazione tutt’altro che titolare e falcidiata dagli infortuni. Modena in totale controllo della sfida dopo aver dominato per due set interi. Nulla lasciava presagire quanto poi si è visto.

I ragazzi di Blengini alzano notevolmente il proprio livello di gioco, gettano il cuore oltre l’ostacolo, rimontano colpo su colpo, annichiliscono Modena e la trascinano al tie-break. Valori tecnici (sulla carta e reali) completamente cancellati, Latina si esalta e sogna una nuova impresa dopo aver eliminato i Campioni d’Italia nei quarti di finale. Tra loro e l’impresa si frappone però uno stellare Ngapeth. Dal sesto posto in regular season al rischio finale: ora bisogna sperare nella gara2 di Frosinone (già, il palazzetto di Latina è troppo piccolo).

Senza Van De Voorde, Semenzato, Rauwerdink; con un reparto centrale praticamente inventato. Tutto sulle spalle di Starovic e Urnaut, con l’invenzione di Davis. Ammirevoli.

 

SEBASTIAN SOLÈ e EMANUELE BIRARELLI: 9. Una prestazione da veri numero1. Sulle loro mani si fermano le speranze di Perugia, letteralmente annichilita da due centrali in formato kolossal: 6 stampatone a testa, 17 punti complessivi per l’argentino e 10 per il capitano della nostra Nazionale. Non c’è nulla da fare e, con complessivi 17 muri di squadra, Trento stordisce Perugia e fa un deciso passo in avanti verso la Finale Scudetto.

FILIPPO LANZA: 8,5. Nuovamente al top, per contribuire alla vittoria di Trento su Perugia. 19 punti, top scorer col 53% in attacco e il 58% di ricezione positiva, nella stagione della maturità definitiva.

MATEY KAZIYSKI: 7,5. C’è tanto della classe del talento bulgaro in questa “rinascita” di Trento dopo l’ultima opaca stagione. Ritorna in Italia, Stoytchev puntella la formazione al meglio e la riporta a un passo dalla Finale a cui sono abituata da ormai un decennio. 15 punti, 70% di ricezione positiva.

 

MATTEO PIANO: 8. Granitico. Sei stampatone per fermare Latina e per contribuire al successo di Modena.

SASHA STAROVIC: 7,5. Purtroppo per Latina non è bastata la sua grande prova di spessore, condita da 20 punti col 49% in attacco.

ALEKSANDAR ATANASIJEVIC: 7,5. Il solito bomber (26 punti) con troppi errori (6 al servizio, 4 in attacco con 5 murate subite). Non basta per Perugia che perde contro Trento per la quarta volta in stagione, mancando ancora l’appuntamento col successo in un big match.

 

(foto Legavolley)

Lascia un commento

Top