Vela, Coppa del mondo Hyeres, il dt Marchesini: “Dobbiamo migliorare col vento leggero”

Michele-Marchesini-Vela-federazione-fb.jpg

Soddisfatto dell’ennesimo podio conquistato ma conscio di non potersi adagiare sugli allori. Riportiamo dal sito federale le parole del dt Marchesini sulla settimana appena conclusa a Hyeres.

“Ancora una volta centriamo l’obiettivo di andare a podio a ogni tappa di Coppa del Mondo. Conti-Clapcich siglano un poker di rilievo, aggiungendo alle medaglie di Santander, Abu-Dhabi e Miami lo splendido bronzo di oggi. L’equipaggio italiano dello skiff femminile palesa quella solidità di prestazione che riteniamo importante e ricerchiamo per la seconda parte del quadriennio Olimpico.
Hyeres è sempre una regata da prendere “con le pinze”. Il campo di gara si è confermato tra i più impegnativi in assoluto ed ancor più quest’anno, nel suo range di vento meno consueto. Sicuramente abbiamo da lavorare parecchio nelle condizioni di leggero e oscillante, incontrate qui nelle giornate due, tre e quattro e che già avevamo sofferto a Miami in giornata uno, soprattutto in alcune classi. Peccato per il Nacra17, dove Bissaro-Sicouri hanno reso una prestazione opaca, principalmente per il poco smalto nelle partenze.

Sappiamo comunque che il duo delle Fiamme Azzurre si saprà riscattare nel corso dei prossimi importanti appuntamenti. Rimanendo a parlare di classi di punta, vediamo nell’RS:X F un piccolo scivolone di Flavia Tartaglini e Laura Linares attestarsi sui suoi soliti valori, mentre degna di attenzione è la costante crescita della giovane Marta Maggetti. Nel maschile RS:X e Laser, come dicevamo poc’anzi dobbiamo affinare la gestione della regata, quando è richiesto di impostare la strategia sulle pressioni piuttosto che sugli angoli. Lo skiff maschile 49er ha un potenziale molto grande, ma manca ancora qualcosa, mentre vediamo progressi nel 470 F e attendiamo di vedere quali garanzie possa fornire per il futuro del 470 maschile il ritorno di Zandonà-Trani, ottavi questa settimana dopo il 24mo di Palma. Sicuramente questo loro risultato è di rilievo”.

Foto: Federazione Italiana Vela

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top