Tuffi, World Series: Cagnotto & co a Londra per migliorarsi. Australia, bentornato Mitcham!

Cagnotto-Verzotto-sincro-misto-tuffi-foto-profilo-tw-Tcagnotto.jpg

World Series ma non solo nell’imminente fine settimana del tuffi internazionali. La quarta tappa del circuito con i migliori atleti al mondo fa scalo a Londra: appuntamento da venerdì 1 maggio a domenica 3 nella piscina olimpica, in cui Tania Cagnotto e compagni proveranno a dare continuità alle prestazioni di Kazan. Tutta da valutare sarà la condizione della bolzanina, a caccia nei 3 metri individuali della prima finale stagionale dopo i problemi occorsi in Russia e anche a marzo tra Pechino e Dubai.

In una recente intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’azzurra ha rivelato di dover convivere – causa età, 30 tra poche settimane – con maggiori acciacchi e dunque ripetute sedute di fisioterapia rispetto al passato e alle giovani rivali, tra cui in questo momento spicca una Jennifer Abel (canadese classe 1991) in grandissima forma e in grado di superare gli 80 punti con il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti, coefficiente 3.4, il tuffo più difficile nel panorama femminile. Tania Cagnotto ha comunque assicurato che, tra Rostock (9-14 giugno, Europei) e Kazan (24 luglio-2 agosto, Mondiali), salterà al meglio facendo leva su eleganza e esperienza, qualità che per forza di cose pendono dalla sua parte. Un’ulteriore iniezione di fiducia dopo il primo podio nel sincro misto – dovesse arrivare quindi con una medaglia tra il sincro con Francesca Dallapè e l’individuale o comunque con una prestazione di prestigio – sarebbe il modo migliore per tornare a Bolzano e prepararsi allo sprint estivo senza patemi.

In Inghilterra gli azzurri, tra cui ci sono anche i sempre più affiatati nel sincro piattaforma Noemi Batki e Maicol Verzotto, sfideranno come di consueto le migliori nazioni del mondo. Soprattutto in campo maschile potrebbe riproporsi il duello Cina-Gran Bretagna che finora ha infiammato le World Series 2015 specialmente da 3 metri. Jack Laugher, vincitore di due ori su tre, giocherà in casa e quindi può pensare seriamente al tris. Alla ricerca del primo oro stagionale Tom Daley, chiamato sì a sfidare la concorrenza di Qiu Bo e Yang Jian ma senza dubbio caricato dall’ambiente. L’evento sarà trasmesso in diretta ed esclusiva tv da Nuova Rete (canale 110 del digitale terrestre in Emilia Romagna) e in live streaming su OA Sport.

Non ci sarà invece l’Australia, pericolosa soprattutto al femminile con Maddison Keeney e Anabelle Smith nelle prime due tappe. Come a Kazan, niente trasferta europea per i canguri, impegnati da oggi a domenica a Brisbane nei Trials di qualificazione ai Mondiali. Nella prima giornata la potentissima 18enne ha vinto da 1 metro con 291.15 punti, mentre da 3 porterà nel programma il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti. Per gli appassionati di questo sport, però, la bella notizia è rivedere in gara Matthew Mitcham, campione olimpico da 10 metri a Pechino 2008. Una storia travagliata quella dell’australiano, che non salta dai Giochi del Commonwealth dello scorso luglio. Dopo aver promosso in tutto il paese il suo tour di cabaret Twists and Turns, che parte dalla shockante autobiografia pubblicata nel 2012, Mitcham si dedicherà ai trampolini a caccia dell’ennesimo pass iridato di una carriera da sogno, prima di virare sul sincro verso Rio. Qui programma gare ed elenco iscritti, qui invece il livescore dei Trials aussie.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter Tania Cagnotto @TCagnotto

Lascia un commento

Top