Tuffi, Assoluti Bolzano 2015: si compone la squadra per gli Europei di Rostock

Rinaldi-Benedetti-Tocci-tuffi-foto-twitter-Nicola-Marconi.jpg

Nuoto, ma non solo. Nell’imminente fine settimana prenderà forma anche la squadra italiana per un’altra disciplina acquatica che nel recente passato ha regalato molte gioie al Bel Paese. A Bolzano vanno in scena da venerdì a domenica gli Assoluti di tuffi, ultimo test di qualificazione per gli Europei di Rostock (9-14 giugno) e secondo per i Mondiali di Kazan (24 luglio-2 agosto). Qualche discorso è già chiuso, altri invece sono ancora apertissimi. E gli azzurri continueranno a sperimentare il sincro misto: la coppia di punta dei 3 metri, Tania Cagnotto-Maicol Verzotto, non dovrebbe saltare a causa dell’influenza della prima, mentre da 10 Noemi Batki, dopo aver vinto con Verzotto l’argento al Grand Prix di Leon, proverà la sincronia con Francesco Dell’Uomo. Work in progress.

La sfida più affascinante delle gare individuali sarà come sempre quella dei 3 metri maschili. Vuoi per l’elevata concorrenza (alla quale si aggiungerà anche Andreas Billi, in recupero dopo l’operazione all’occhio di fine gennaio), vuoi per il livello simile tra gli atleti e vuoi per le nuove normative federali che hanno imposto un limite minimo di coefficienti, le emozioni non sono mancate in questa stagione. Michele Benedetti (422.25 e 420.80 punti) guida la classifica, seguito da Tommaso Rinaldi (332.25+405.20) e Giovanni Tocci (390.50+334.65) praticamente appaiati: il terzo punteggio sarà decisivo per entrambi per cancellare gli errori passati. Tocci e Rinaldi che sono i favoriti per il metro, rispettivamente con un 406.60 e un 393.30, ma attenzione al 17enne Adriano Ruslan Cristofori che vanta un prezioso 382.65 alla Coppa Rio e soprattutto viene dal trionfo del 7 Nazioni giovanile di Stoccolma. Non dovrebbero arrivare grandi sorprese dal sincro trampolino, con Michele Benedetti-Tommaso Rinaldi ormai ben rodati, mentre dalla piattaforma giochi già chiusi in partenza con Francesco Dell’Uomo e Maicol Verzotto praticamente unici interpreti della specialità in Italia.

Tutti da vivere anche la concorrenza interna femminile. Tania Cagnotto è certa del posto sia da 1 metro che da 3 in virtù delle medaglie di Berlino e dovrebbe rimanere a riposo, ma alle sue spalle sarà interessante la sfida tra Francesca Dallapè (fedele compagna di sincro che finalmente farà il suo esordio alle World Series dalla tappa di Kazan), Maria Marconi ed Elena Bertocchi. La romana ha saltato la scorsa tappa per infortunio e dunque deve rincorrere, partendo dai 258.80 punti (1 m) e 287.85 (3 m) di Trieste. Bertocchi pare in pole position per la specialità non olimpica con 260.40+272.70, Dallapè può tornare a qualificarsi anche nel trampolino individuale per la prima volta dopo Londra 2012 forte del 300.65 della Coppa Rio. Da 10 metri Noemi Batki (che ha già il pass grazie dell’argento del 2014) proverà infine a rispondere a Laura Marino, autrice di 370.10 punti nella finale del Grand Prix di Gatineau di domenica scorsa. La 21enne francese è cresciuta tantissimo e l’azzurra avrà un’avversaria in più in vista di Rostock.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter Nicola Marconi

Lascia un commento

Top