Triathlon, World Series: Jonathan Brownlee contro la Spagna, Jorgensen per la storia

brownlee.jpg

Si disputerà nel weekend la terza tappa delle World Series del triathlon con la manifestazione che si svolgerà sabato 11 aprile nel suggestivo panorama della Gold Coast (Queensland, Australia).

65 uomini e 57 donne prenderanno il via dal Gold Coast Aquatic Centre nella categoria Elite, che gareggerà su un percorso olimpico, ossia con 1500 metri di nuoto, divisi in due giri, cui seguiranno otto giri in bicicletta, per un totale di 40 km, tra Gold Coast HWY, Marine Poe e Welch street. Si chiuderà la gara con la frazione di corsa, i 10 km finali, da affrontare percorrendo per quattro volte la Gold Coast HWY e la Marine Poe prima di tornare sul traguardo finale dell’Aquatic Centre. Alle ore 11.06 locali prenderà il via la gara femminile, mentre alle 14.06 sarà il turno di quella maschile.

Tra le donne la favorita numero uno è la statunitense Gwen Jorgensen, Campionessa del Mondo in carica, e già vincitrice delle prime due prove ad Abu Dhabi e Auckland, con una serie positiva di sette successi consecutivi nelle WTS. Proveranno a contenderle il successo le connazionali Katie Zaferen e Sarah True, tra le più pimpanti ad inizio stagione. Tra le favorite dobbiamo assolutamente considerare la neozelandese Andrea Hewitt, terza in Nuova Zelanda e le due australiane Charlotte McShane e Emma Moffat, che saranno sospinte dal pubblico di casa. A proposito di atlete australiane, rientra in questa tappa Erin Densham, bronzo olimpico a Londra, ma che nelle ultime stagioni ha sofferto di infortuni e malattie. Assenti Spirig e Norden, torna in gara l’atleta delle Bermuda Flora Duffy, terza nella sprint di Abu Dhabi.

Si prospetta invece un’altra battaglia Spagna contro Jonathan Brownlee nella gara maschile. Il britannico, bronzo ai Giochi di Londra, ha dimostrato ad Auckland di essere il migliore sul percorso olimpico, e guida dopo due tappe il ranking delle World Series. Javier Gomez e Fernando Alarza hanno reso al meglio nel format olimpico rispetto alla sprint, a differenza di Mario Mola che ha ottenuto il successo ad Abu Dhabi. Cercheranno di accaparrarsi un posto al vertice anche l’australiano Ryan Bailie e il portoghese Joao Silva, così come il giovane francese Pierre Le Corre, già sul podio a Auckland.

Assenti gli azzurri, impegnati in ritiro in Namibia, per preparare al meglio i prossimi appuntamenti e rientreranno nella quarta tappa delle WTS di Cape Town (Sudafrica).

Foto: ITU (Dell Carr)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top