Tennis, WTA Premier Miami 2015: l’assolo di S.Williams, 66esimo titolo in carriera

tennis-serena-williams-us-open-2014-federtennis-tonelli.jpg

Alla viglia si parlava di finale dall’esito scontato e la realtà dei fatti ha confermato tutto quello che addetti ai lavori e non pensavano. L’ultimo atto del WTA Premier di Miami, infatti,  ha incoronato la numero 1 del mondo Serena Williams che ha battuto la spagnola Carla Suarez Navarro, con il punteggio di 6-2 6-0, in meno di un’ora di gioco.

Non ci si aspettava, come detto, una finale molto combattuta dal momento che, nelle 4 sfide precedenti la Williams si era imposta con un duplice 6-0. Sfortunatamente per la Suarez Navarro, l’incontro sul cemento della Florida ha messo nuovamente in luce la grande differenza di gioco e potenza con la statunitense e anche psicologicamente la neo numero 10 del ranking WTA non si è dimostrata  all’altezza della situazione. Probabilmente l’aver raggiunto l’ultimo turno, cosa che ad inizio settimana era difficilmente prevedibile, ha portato la spagnola ad essere ancor più tesa del previsto al cospetto dell’americana.

I passaggi a vuoto di Serena, in tal senso, sono stati praticamente zero e i 27 vincenti contro i 3 della sua avversaria descrivono esaustivamente il tenore di una partita che non c’è mai stata. Non è un caso che dopo il primo set vinto, con agio, sul 6-2, la Williams ha infilato una serie di 25 punti a 1 che il 6-0 di fine seconda frazione rappresenta alla perfezione.

Il titolo di Miami è il 66esimo della carriera per la numero 1 del mondo che rafforza ancor di più il proprio ruolo di giocatrice dominante nel circuito e papabile per il Grande Slam nel 2015.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@olimpiazzurra.com

Immagine: Federtennis/Tonelli

Twitter: @Giandomatrix

 

Tag

Lascia un commento

Top