Tennis, WTA Marrakech: Pennetta ai quarti di finale! Derby azzurro vinto dalla Knapp

tennis-flavia-pennetta-roland-garros-federtennis-tonelli.jpg

Nel WTA di Marrakesh (Marocco) Flavia Pennetta supera l’ostacolo della tedesca Laura Siegemund, proveniente dalle qualificazioni e numero 145 del mondo, con il punteggio di 4-6 6-1 6-3 in 2 ore e 21 minuti di gioco.

Un match tutt’altro che semplice per la brindisina che, nel primo set, paga caramente una partenza lenta, sotto 4-0, con una Siegemund in grande spolvero ed estremamente aggressiva. Tuttavia, Flavia grazie alle proprie variazioni di gioco, riesce a recuperare i due break di svantaggio, impattando sul 4-4, ma è costretta a cedere nuovamente il servizio, letale nella prima frazione persa 6-4.

Nel secondo set, la Pennetta innalza il livello del proprio gioco, facendo muovere la tedesca da un lato all’altro del campo e costringendola a strenui recuperi. Il risultato è un 6-1 senza appello. Nella terza e decisiva partita, la nostra portacolori, dopo l’iniziale svantaggio di 2-1, infila una serie di 3 games consecutivi, portandosi sul 4-2, e mantenendo il break fino al termine dell’incontro. La Siegmund infatti appare frastornata e in balia dell’avversaria, incapace di qualsiasi contromisura. Il 6-3 di fine match è il giusto premio per l’azzurra che ora troverà nei quarti di finale l’ungherese Timea Babos

Nell’altro incontro di nostro interesse, sulla terra rossa marocchina, il “derby” italiano tra Karin Knapp e Roberta Vinci se lo aggiudica l’altoatesina con lo score di 6-7 6-2 6-2.

Una sfida dai due volti quelle tra le due italiane. Prima frazione in controllo della Vinci che non riesce a capitalizzare il break del terzo gioco, pur avendo due opportunità di servire per il set. Il tie-break, tuttavia, favorisce la tennista tarantina che grazie al suo splendido rovescio in back e a un dritto decisamente efficace porta a casa la prima partita con il parziale di (7-3).

Sembra un confronto in discesa per la Vinci ed invece è la Knapp ad emergere con un tennis potente sempre con i piedi dentro il campo. Un strategia che mette in difficoltà l’ex numero 11 del mondo, incapace di essere efficace con i propri colpi. Il duplice 6-2  del secondo e terzo set che varrà la vittoria per Karin è conseguenza di ciò e di una Roberta, sempre più vuota di energie fisiche e mentali.

Ai quarti di finale per l’azzurra ci sarà il non semplice confronto con la russa Elina Svitolina, numero 24 del ranking e testa di serie numero 4 del torneo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: Federtennis/Tonelli

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top