Tennis: allarme rosso Italia. Dopo Camila Giorgi c’è il vuoto

tennis-camila-giorgi-australian-open-federtennis-tonelli.jpg

Per anni il settore femminile ha salvato il tennis italiano, ma tutti gli ottimi risultati ottenuti dalle ragazze hanno oscurato i problemi di un movimento che fatica a trovare delle eredi alle attuali giocatrici. 

In questo momento le nostre migliori in termini di classifica sono Sara Errani e Flavia Pennetta, subito dietro c’è Camila Giorgi, poi una Knapp che non ha mai pienamente convinto in termini di continuità e infine Vinci e Schiavone che sembrano ormai nella parabola discendente della loro carriera. Dietro a queste c’è un vero e proprio vuoto e non c’è mai stato quel cambio generazionale tanto atteso e sperato.

Errani è classe 1987 e quindi ha ancora molti anni davanti a sè, ma il suo gioco, fatto di grande corsa e sacrificio, potrebbe risentirne nei prossimi anni. Pennetta è passata dalle voci di un possibile ritiro alla vittoria ad Indian Wells, ma anche la pugliese, 33enne, non è eterna e queste potrebbero essere le sue due ultimi stagioni di grande livello, anche perchè il suo polso preoccupa sempre.

Non resta che affidarci a Camila Giorgi, ma sulla marchigiana i dubbi sono davvero tantissimi. La carta d’identità  recita 30 Dicembre 1991 ed è sicuramente un grande vantaggio e anche il talento di cui dispone è una certezza, ma ci si aspettava una già completa maturazione da parte dell’azzurra, che ancora oggi alterna grandi prestazioni a scivoloni davvero clamorosi.

Dietro alla marchigiana chi c’è? Questa domanda ci fa davvero cadere nello sconforto, perchè una vera risposta non riusciamo a darla. Nastassja Burnett è scomparsa dopo qualche buona apparizione negli anni passati ed ora è addirittura numero 751 del mondo; Gioia Barbieri da quando ha lasciato la guida tecnica di Galimberti ha smesso di scalare la classifica ed è ancora fuori dalle prime 200.
Tra le più giovani ci sono Gaia Sanesi ed Alice Matteucci, entrambe classe 1995, ma sono ancora troppo lontane in classifica per essere considerate delle possibili protagoniste future.

La situazione è davvero preoccupante e all’orizzonte non si vede assolutamente un miglioramento. Abbiamo vissuto anni di gloria ed ora l’incubo è quello di sprofondare nell’oblio.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

Foto da fedetennis di Tonelli

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top