Sollevamento pesi, Europei 2015: storico triplo bronzo per Bordignon tra le 63 kg, domina Kalina

Giorgia-Bordignon-Federpesistica.jpg

Grande prestazione di Giorgia Bordignon ai Campionati Europei di sollevamento pesi 2015, in corso di svolgimento a Tbilisi (Georgia). L’atleta classe 1987, già quinta un anno fa a Tel Aviv, ha realizzato infatti una prestazione inedita per l’Italia nella categoria 63 kg, ottenendo tre medaglie di bronzo e divenendo così la prima europea occidentale sul podio continentale in questa prova dopo la spagnola Josefa Pérez, premiata nel 1998 e nel 2000. Grazie al suo terzo posto nel totale, inoltre, che va ad aggiungersi a quelli di Genny Pagliaro e Mirco Scarantino, l’Italia porta per la prima volta sul podio tre atleti diversi ai Campionati Europei.

La prova di Giorgia è iniziata con due prove valide a 93 kg ed a 97 kg nello strappo. L’azzurra ha poi tentato di sollevare i 100 kg per la prima volta in una gara internazionale, ma ha sbagliato il suo tentativo quando tre atlete non erano ancora entrate in pedana. Tra queste c’era la russa Nadzezda Lomova, vicecampionessa in carica, che ha mancato due volte i 101 kg, procurandosi anche un infortunio alla spalla che l’ha costretta a ritirarsi da tutta la competizione. Bordignon ha così ottenuto la certezza del podio, mentre sono risultate imprendibili l’ucraina Yuliya Kalina, prima con 106 kg, e la russa Nadezda Likhacheva, seconda con 105 kg.

Copione simile nell’esercizio di slancio, dove Giorgia Bordignon ha iniziato con una prova relativamente facile a quota 109 kg, per poi proseguire con un’ottima alzata a 112 kg ed una prestazione quasi da record personale a 117 kg (il suo primato nazionale è di 118 kg), questa volta portata a termine correttamente. Davanti a tutte, troviamo ancora l’ucraina Yuliya Kalina (132 kg) e la russa Nadzeda Likhacheva (118 kg, con due errori a 125 kg e 130 kg).

Conseguentemente, il podio del totale olimpico, quello più importante è prestigioso, ha coronato ancora l’ucraina Yuliya Kalina (238 kg), che completa così la sua collezione di medaglie europee dopo il bronzo dell’anno scorso e l’argento vinto nel 2009 nella categoria inferiore (58 kg). La ventiseienne Kalina, già medagliata olimpica, riporta così l’Ucraina alla medaglia d’oro tra le 63 kg tredici anni dopo la vittoria di Nataliya Skakun ad Anatalya 2002. La giovane russa Nadzezda Likhacheva, classe 1995, si porta a casa l’argento con 223 kg, mentre, come anticipato, Giorgia Bordignon, tra le più esperte in gara, ottiene un podio storico per l’Italia in questa categoria con un totale di 214 kg, anche questa volta ad un kg dal suo primato nazionale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Federpesistica

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top