Sollevamento pesi, Europei 2015: Sazanavets si conferma, Alemanno nona nelle 69 kg

Sollevamento-Pesi-Dzina-Sazanavets-wwc2013.pl_.jpg

Sono state le donne della categoria 69 kg ad aprire il programma di questa giornata agli Europei di sollevamento 2015. Sulla pedana di Tbilisi, capitale della Georgia, la ventiquattrenne bielorussa Dzina Sazanavets ha confermato il titolo ottenuto l’anno scorso a Tel Aviv, ottenendo così il suo terzo podio consecutivo considerando anche l’argento di due anni fa. La quarta classificata dei Giochi Olimpici i Londra 2012 ha inoltre ottenuto anche le due medaglie d’oro dei singoli esercizi, dominando la gara da capo a piedi in quella che fu la categoria della russa Oksana Slivenko, sei volte campionessa europea.

Sazanavets ha sollevato un totale di 255 kg, con 115 kg nello strappo e 140 kg nello slancio, misure che si sono dimostrate irraggiungibili per le sue avversarie. In seconda posizione troviamo la russa Iana Kondrashova, classe 1992, che disputava il suo primo campionato internazionale. Per lei sono arrivate tre medaglie d’argento, con 105 kg nello snatch e 130 kg nel clean & jerk, per un totale olimpico di 235 kg. Terzo posto per l’azera Anastassiya Ibrahimli, classe 1993, che con 233 kg ha regalato al suo Paese la prima medaglia di sempre in questa categoria. Per lei è arrivato anche il terzo posto nello slancio, con 130 kg come Kondrashova (la russa pesa però circa un kg in meno).

L’ultima medaglia in palio, il bronzo dello strappo, è andata alla veterana norvegese Ruth Kasirye, trentaduenne che vanta anche un argento nel totale conquistato nel 2009, quando ancora gareggiava tra le 63 kg. La scandinava di origine ungandese ha sollevato 105 kg nel primo esercizio, finendo a sua volta alle spalle di Kondrashova per via del peso corporeo.

Tra le delusioni della gara c’è certamente la seconda bielorussa, Marina Shkermankova, medagliata di bronzo olimpica ma assente dal podio di questi Campionati Europei con un quarto posto di totale (232 kg). Migliora rispetto allo scorso anno, invece, l’azzurra Maria Grazia Alemanno. L’Azzurra classe 1990 ha centrato l’ingresso nella top ten con un nono posto a 202 kg. Per lei sono arrivati 91 kg di strappo (nona) e 111 kg di slancio (decima), con un tentativo a 113 kg mancato nel finale.

Il programma di oggi proseguirà con la categoria 85 kg maschile, nella quale sarà in gara anche Antonino Pizzolato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top