Softball: Bollate, Bussolengo e Staranzano partono forte

bortolomai.jpg

Si apre con tre doppiette l’edizione 2015 dell’Italian Softball League, che ha visto all’ultimo momento la rinuncia delle pluricampionesse d’Italia di Caserta unirsi a quella già comunicata da tempo dell’Unione Fermana.

Nel gruppo A, le scudettate di La Loggia osservavano la giornata di riposo, così Bollate ha avuto campo libero per ottenere bottino pieno dal derby con Legnano. 5-2, 4-2 i parziali in favore della Thermotechnick, che comunque non ha certo vita agevole contro le giovani e orgogliose legnanesi. In gara uno, le attaccanti ospiti sono limitate dalla solita Greta Cecchetti, mentre Lara Buila, McKenzi Corn ed Elisa Cecchetti approfittano degli svarioni avversari riuscendo poi a controllare il rientro firmato dalla capitana Ilaria Pino e dalle australiane. In gara due, da segnalare la prova della diciassettenne legnanese Alessia Buscaglia, che in pedana di lancia tiene botta ad Ellen Roberts; proprio il pitcher australiano annullerà gli attacchi del Legnano nel finale di gara.

3-2, 0-7 il risultato tra Banco di Sardegna e Rheavendors Caronno. La prima sfida, dopo un equilibrio assoluto, è decisa tra sesto e settimo inning: Maibelis Iglesias e Mayra Liori spingono le nuoresi ad un fondamentale successo, ma non possono nulla in gara due per contrastare la furia delle varesotte. Solo tre valide concesse e dodici strike-out per Johana Gomez che domina il match, mentre Elisa Oddonini e Susanna Todeschini fanno il loro in attacco sino alla vittoria per manifesta superiorità.  La seconda doppietta arriva da Ronchi dei Legionari, dove la Staranzano Stars demolisce la neopromossa Rovigo per 12-1 (4 inning) e 7-0 (5 inning). Francesca Casotto, Mara Kusar e Marta Gasparotto sono le atlete che riescono ad indirizzare maggiormente la duplice sfida in favore delle goriziane.

La terza e ultima doppietta di giornata arriva dal gruppo B: con Labadini Collecchio e Fiorini Forlì a riposo (il ritiro di Caserta ha scompigliato le carte in tavola), Specchiasol Bussolengo ha ragione 6-0, 7-6 della Taurus Old Parma. L’ottima Serena Boniardi al lancio, unita alle performance di Sabrina Del Mastio, Silvia Refrontolotto e Giulia Longhi in attacco, spinge le veronesi – dal roster ancora incompleto – al primo successo, mentre in gara due la cubana Ismy Iglesias spaventa notevolmente le venete, che però riescono con un colpo di goda a rimontare nel finale (il singolo finale di Del Mastio decreta il 7-6). Chiude il programma l’incontro tra le due neopromosse, ovvero la Sestese e le Blue Girls Bologna che offrono due partite letteralmente interminabili: 5-8, 8-7 i risultati finali in oltre sei ore di gioco. Claudia Banchelli realizza ben tre punti per le emiliane, spinte anche da una Beatrice Del Rio essenziale al lancio in gara uno; nella seconda e ultima sfida, invece, le fiorentine riescono a ruggire nel supplementare.

foto: Oldmanagency per Fibs

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top